GUIDA  Casavatore

Da Wiki.
Pagine Utili sul Comune
Scheda su Casavatore
Mappa Interattiva
Siti casavatoresi
Amministrazione Comunale
Statistiche su Casavatore
Inserisci Bollino Wiki
Concorso Fotografico
Concorsofoto.jpg
Foto Casavatore:
2012, 2009, 2008

Casavatore è situato nella Campania nella Provincia di Napoli. Tra gli edifici religiosi: Chiesa di San Giovanni Battista (XVIII secolo).

Confina con i comuni di: Napoli, Casoria e Arzano.

Indice

Storia

La mancanza di documentazione in merito alla storia del paese non ci concede di poter affidarci a fonti storiche per definire le origine del borgo. L'archeologia però ci viene in soccorso, infatti è attraverso la datazione di svariati reperti ritrovati in loco che si può datare intorno alla metà del IV secolo a.C. l'origine del primo nucleo abitativo.

Il territorio subì numerose incursioni saracene, finché Ruggero II portò la pace e l'ordine in loco consentendo la formazione del paese di Casavatore.

In passato l'economia casavatorese si basava prevalentemente sull'agricoltura e sulla coltivazione di canapa, lino e grano. Dal secondo dopoguerra in poi in zona si moltiplicarono gli insediamenti manifatturieri ed industriali dando una forte spinta all'economia locale. Lo sviluppo economico del paese ha provocato un forte aumento demografico ed un rapidissimo sviluppo urbanistico.

Edifici Religiosi

Chiesa di San Giovanni Battista

Di antiche origini, a navata unica, la chiesa subì numerosi restauri e rifacimenti. Conserva ancora oggi il campanile romanico e gli interni sono decorati a stucco. Alle spalle dell'altare maggiore vi è una nicchia ospitante una statua lignea di San Giovanni Battista risalente al 1680. Il soffitto mostra una decorazione che rappresenta il martirio del santo.

Chiesa del Redentore

Attività

Festa dei Gigli

Menzionata nei documenti con data 1762 comprende due momenti:

  • 24 giugno: si svolge all'interno della chiesa
  • Prima domenica di luglio: processione per le vie del paese accompagnata da canti musicali e dalla banda del paese con la statua di San Giovanni Battista e la Madonna del Rosario. Si conduce in processione anche un grande obelisco, il giglio. La festa si chiude con uno spettacolo pirotecnico.

Anticamente la festa durava una settimana ed iniziava con una rappresentazione teatrale il cui copione è andato perduto. La tradizione prevedeva anche lo svolgimento di una serie di riti propiziatori, per esempio su una piccola fornace di stagnola veniva posto un fiasco con acqua e fave secche. Se le fave si cuocevano ed il fiasco restava intatto, si prevedevano buoni auspici. Altro rito propiziatorio era il volo degli angeli, bambini legati ad una fune, volteggiavano vestiti da angeli. Il tutto era accompagnato anche da una serie di giochi e di gare di abilità.

Festa Patronale

E' usanza raccogliere le noci che saranno poi usate per la produzione del famoso nocillo.

Biblioteche

  • Biblioteca Comunale Biagio Perrotta, Via G. Marconi 55

Volontariato, Onlus e Associazioni

  • Associazione Pro Loco Casavatore, Viale Marconi 64
  • Associazione Volontari Pegaso, Via G Gigante 18
  • Obiettivo Salute e Ambiente Cooperativa Sociale - Onlus, Via Cadorna, 15

Lapidi Commemorative

Informazioni Utili

Icona train t.gif Come Arrivare Icona sport t.gif Impianti Sportivi

Memorie Storiche

In Corografia dell'Italia (1832) così viene descritto il comune:

CASAVATORE, villaggio del regno delle Due Sicilie, prov. di Napoli, distretto e cantone di Casoria, con 1,400 abitanti, in sito ubertoso di cereali, di vini e di frutta d'ogni sorta. Sta 4 miglia a borea da Napoli.