GUIDA  Arcidosso

Da Wiki.
Pagine Utili sul Comune
Scheda su Arcidosso
Mappa Interattiva
Siti arcidossini
Amministrazione Comunale
Statistiche su Arcidosso
Inserisci Bollino Wiki
Concorso Fotografico
Concorsofoto.jpg
Foto Arcidosso:
2012, 2009, 2008
Castello Aldobrandesco
Arcidosso e m. Amiata

Arcidosso, posizionato nel versante ovest del Monte Amiata, è situato in Toscana in Provincia di Grosseto. Il 6 dicembre si festeggia il Patrono, San Nicolò. Tra gli edifici religiosi: Chiesa di San Leonardo; Chiesa di San Niccolò; Chiesa di Sant'Andrea. Da Vedere: Castello di Arcidosso; Torre di Monte Labbro.

Confina con i comuni di: Roccalbegna, Santa Fiora, Campagnatico, Cinigiano e Castel del Piano.

Indice

Storia

Arcidosso nasce intorno ad una rocca fortificata costruita nel 950 circa sotto una probabile indicazione strategica di Ugo di Tuscia, un personaggio di ampi poteri politici, consigliere dell'Imperatore Ottone III e mediatore dei rapporti fra Impero e Papato in terra di Toscana.

La rocca diviene successivamente possedimento degli Aldobrandeschi, il casato di origini longobarde che ebbe ad esercitare il proprio dominio su gran parte della Toscana meridionale, più volte entrato in conflitto con il Monastero di San Salvatore e con la potente famiglia Orsini di Orvieto e Pitigliano.

Nel 1331 viene conquistato dalla Repubblica di Siena che si avvalse a tale fine del condottiero mercenario Guidoriccio da Fogliano, la cui impresa è effigiata, visibile dopo un recupero avvenuto nel 1980, nel Palazzo Pubblico di Siena, ad opera di Simone Martini. La Rocca perde i suoi obbiettivi militari e diviene un Castello, in cui si insediano la Capitaneria e le strutture inviate dalla repubblica senese per controllare e dirigere pressoché tutta la zona del Monte Amiata.

Da Vedere

Veduta aerea del comune
  • Chiesa di San Leonardo
  • Chiesa di San Niccolò
  • Chiesa di Sant'Andrea
  • Castello di Arcidosso
  • Torre di Monte Labbro
  • Centro Visite del Parco Faunistico
Svolge la funzione di polo didattico del Parco Faunistico e delle altre riserve naturalistiche dell'area del Monte Amiata (Monte Labbro, Pescinello, Rocconi, Poggio all'Olmo, SS. Trinità, Monte Penna).
Alcune delle sale custodiscono gigantografie, cartografie e reperti di minerali, illustrando in questo modo l'ecosistema e gli habitat dell'Amiata.

Dove Dormire

  • Hotel Ristorante Lorena, località Aiuole, 24/26 Telefono 0564/967162 Fax 0564/967162 [1]

Dove Mangiare

  • Ristorante Il Solito Posto, Località Le Pergole, 62
  • Ristorante Pizzeria Giardino, Via Risorgimento, 4/A
  • Hotel Ristorante Lorena, località Aiuole, 24/26 Telefono 0564/967162 Fax 0564/967162 [2]

Musei

  • Centro Studi David Lazzaretti
David Lazzaretti (1834-1878) fu definito "Il Profeta dell'Amiata” ed al centro studi a lui dedicato è possibile conoscerne la storia con il supporto di fotografie e vari documenti dell'epoca, oltre a dipinti, vestiti, stemmi in riferimento al movimento lazzarettista, che ha segnato per lungo tempo tutta l'area del Monte Amiata.

Biblioteche

  • Biblioteca Comunale, Piazza Indipendenza, 30
  • Biblioteca del Centro di documentazione Istituto Shang-Shung, Podere Nuovo

Teatri

  • Teatro degli Unanimi

Impianti Sportivi

  • Centro Sportivo Hotel Toscana, Viale Amiata
  • Impianti Sportivi, Via Risorgimento. Campi di Calcio e di Tennis, Palestra

Complessi Bandistici

  • Per Rallegrar Le Genti

Volontariato, Onlus e Associazioni

  • Associazione Italiana Amici della Scimitarra, Località Fonte Di Gaspero, 2
  • Associazione per la Solidarietà Internazionale in Asia, Merigar Podere Nuovo
  • Associazione Solidarietà Senza Confini Onlus, Via Di Montagna, 42 - San Lorenzo
  • Lo Scoiattolo - Società Cooperativa Sociale - Onlus, Parco Donatori Del Sangue, 25

Informazioni Utili

Icona train t.gif Come Arrivare

Bibliografia

  • Arcidosso: guida alla conoscenza del territorio, dei monumenti, delle opere d'arte, della natura, delle tradizioni, Susanna Nanni; Comune di Arcidosso (1998)
  • Storia di Arcidosso, del sac. Gustavo Contri; tip. Gori (1903)

Memorie Storiche

Attilio Zuccagni-Orlandini nel suo Indicatore topografico della Toscana granducale (1856) così riporta:

ARCIDOSSO. Capoluogo. Ha deleg. e Pret. civ. e crim. di 3° Cl. Fu Rocca e castello degli Aldobrandeschi, dai quali lo comprarono i Senesi. L'antico cassero posto sulla sommità di un colle sussiste tuttora; nel suo recinto trovasi il Pretorio e la casa del Comune. I fabbricati sono disposti a ripiani sulla pendice meridionale; scoscese e incomodissime sono quindi le vie ad essi interposte.

Sotto il Pretorio trovasi l'Arcipretura, chiesa di forma irregolare. Nella parte bassa del castello è l'altra Cura di S. Leonardo; fuori di porta Talessese trovasi l'antichissima parrocchia di S. Andrea, ora Confratern. dei Vanchetoni. Nel governo del G. D. P. Leopoldo questa parrocchia fu trasferita nell'elegante vicino tempio della Vergine incoronata. Sul ripiano della sua vasta gradinata sgorgano copiose acque da fonti fatte costruire dai Sovrani Medicei (V. Atl. Tosc.).