GUIDA  Borgo San Dalmazzo

Da Wiki.
Pagine Utili sul Comune
Scheda su Borgo San Dalmazzo
Mappa Interattiva
Siti borgarini
Amministrazione Comunale
Statistiche su Borgo San Dalmazzo
Inserisci Bollino Wiki
Concorso Fotografico
Concorsofoto.jpg
Foto Borgo San Dalmazzo:
2012, 2009, 2008

Borgo San Dalmazzo è situato nel Piemonte nella Provincia di Cuneo. Il 5 dicembre si festeggia il Patrono, San Dalmazzo. Tra gli edifici religiosi: Chiesa parrocchiale di San Marco (XVIII secolo); Santuario della Madonna del Monserrato; Chiesa della Confraternita di San Giovanni Decollato.

Confina con i comuni di: Cuneo, Roccavione, Roccasparvera, Moiola, Gaiola, Vignolo, Valdieri e Boves.

Indice

Dove Mangiare

  • Ristorante Guaranà, Via Cuneo, 62
  • Ristorante Bombardier, Corso Barale Giovanni e Spartaco, 127

Pasticcerie e Gelaterie

  • Papà Lucien, Via Garibaldi, 60; telefono: 0171-262198

Biblioteche

  • Biblioteca Civica, Via Roma, 8

Volontariato, Onlus e Associazioni

  • Acat Borgo San Dalmazzo, Via Roma, 8
  • Ass. Anticendi Boschivi e Protezione Civile di B.S.D, Frazione Beguda, 137
  • Associazione Centro Don Luciano Pasquale, Via Giovanni XXIII, 52
  • Associazione Culturale Pedo Dalmatia Onlus, Via Madonna Del Campo c/o Massolo S
  • Il Sole Società Cooperativa Sociale, Via Del Troglio, 8/10
  • L'Essere Società Cooperativa Sociale, Via David, 14
  • Sezione Com Associazione Volontari Italiani del Sangue, Piazza Dell'Abbazia, 6

Bibliografia

  • San Dalmazzo di Pedona. Itinerario storico e artistico, G. M. Gazzola - F. Rovere, Ed. Agami (2000)
  • San Dalmazzo di Pedona. Un'abbazia nella formazione storica del territorio dalla fondazione paleocristiana ai restauri settecenteschi, Carlo Tosco, Ed. Società Studi Storici Cuneo

Memorie Storiche

In Corografia dell'Italia (1832) così viene descritto il comune:

BORGO SANDALMAZIO, grossa terra degli Stati Sardi, divisione di Cuneo, capoluogo di mandamento, posto in amena situazione, alle falde orientali dell'Apennino, tra i fiumi Stura e Vermenagna, nel luogo ove stava la antica Pedona, città ricordata in varie romane lapidi. Vi sono molte officine di rame e di ferro, e di essi si fa un attivo commercio, tenendovisi due annue fiere. Anche nel suo territorio, alquanto montuoso, vi sono delle fucine pel rame e pel ferro. Vi si annoverano quasi 2,800 abitanti.