GUIDA  Monreale

Da Wiki.
Pagine Utili sul Comune
Scheda su Monreale
Mappa Interattiva
Siti monrealesi
Amministrazione Comunale
Statistiche su Monreale
Inserisci Bollino Wiki
Concorso Fotografico
Concorsofoto.jpg
Foto Monreale:
2012, 2009, 2008
Duomo di Monreale

Monreale è situato in Sicilia in Provincia di Palermo. L'11 febbraio si festeggia il Patrono, San Castrenze.

Confina con i comuni di: Palermo, Calatafimi Segesta, Gibellina, Poggioreale, Alcamo, Corleone, Contessa Entellina, Borgetto, Altofonte, Bisacquino, Camporeale, Carini, Torretta, Montelepre, San Cipirello, San Giuseppe Jato, Santa Cristina Gela, Giardinello, Godrano, Roccamena, Partinico, Piana degli Albanesi e Marineo.

Indice

Da Vedere

Dove Mangiare

  • Ristorante Alla Sicilia, Via Chiesa Degli Agonizzanti, 2
  • Trattoria Pub La Bettola Del Novelli, Via Torres, 30

Biblioteche

  • Biblioteca Comunale Santa Maria La Nuova, Piazza Guglielmo II
  • Biblioteca del Centro per la ricerca elettronica in Sicilia, Via Regione Siciliana, 49
  • Biblioteca della Casa santa del convento dei padri cappuccini, Via barone Manfredi, 27
  • Biblioteca dell'Accademia siculo-normanna - Istituto di cultura superiore e di arti applicate, Via Termini, 18
  • Biblioteca Ludovico II De Torres, Via Arcivescovado, 2
  • Biblioteca popolare Pax, Piazza Platani - San Martino delle Scale

Informazioni Utili

Icona asso t.gif Associazioni

Bibliografia

  • Palermo e Monreale, Patrizia Fabbri (2000)
  • Palermo città d'arte. Guida ai monumenti di Palermo e Monreale, Cesare De Seta - M. Antonietta Spadaro - Sergio Troisi (2004)
  • Monreale capitale normanna, G. Schiro (1978)
  • Il Duomo di Monreale e l'architettura normanna in Sicilia, W. Kroenig (1965)
  • Moneale, S. Giordano (1964)

Memorie Storiche

Nel Dizionario del 1858 di Antonio Busacca la città viene così descritta:

Morreale - Capo circondario, è nel val di Mazzara, Intendenza di Palermo, dista 4 miglia da Palermo. Popol. 14867. Fu ampliata da Guglielmo il Buono, che la decorò di una Basilica a 3 navate, di 40 canne di larghezza e 70 di lunghezza, con porte di bronzo con bassi rilievi, con 22 colonne di granito con le mura a musaico, e varie colonnette di porfido. Le magnificenze di questa chiesa sono immense che stupiscono lo straniero. Vi si trovano il sepolcro del Re Guglielmo, di porfido di un sol pezzo, e quello di Guglielmo il malo; il mausoleo di Mons. Testa Arcivescovo di Morreale, onore e decoro della Sicilia ed altri sarcofagi. Esporta agrumi, olio, vino ed altri frutti.

Morreale è patria del celebre Pietro Novelli, pittore ed architetto, detto il Morrealese, oppure il Raffaello Siciliano, di Antonino Veneziano poeta egregio in lingua vernacula, che fiorì nel XVI sec; del Gesuita Francesco Boronio, segretario del senato di Palermo, autore dell'opera sulla maestà di Palermo pubblicata nel 1610, e dell'anfiteatro della nobiltà Sicula e di altre produzioni latine ed altre storiche lucubrazioni; Vicenzo Torre medico ed astronomo che fiorì nel XVII secolo; del poeta famoso Catania cassinese che fiorì nel detto secolo XVII che pubblicò 7 volume di canzoni morali siciliane; e nel XVIII secolo del parroco Miceli, e del canonico Fleres nelle materie filosofiche ecclesiastiche, nelle morali e nel dritto naturale profondissimo. Mons. Balsamo di Messina vi fondò a sue spese un albergo dei poveri.

Mentre il libro L'Italia meridionale o L'antico reame delle Due Sicilie (1860) riporta:

Morreale, con 15 mila abitanti, capoluogo di circondario, sede arcivescovile, bella città posta in luogo elevato ricinto da monti più alti, donde si gode la veduta della vasta pianura di Palermo e del Mar Tirreno. E sono intorno, dalla parte di settentrione, colline deliziose coperte di ulivi e di agrumi, e ameni giardini e rivi di chiare e fresche acque. E' notevole il superbo tempio, che dicesi di Morreale, con mura coperte di finissimi marmi, con preziosi mosaici, con colonne di granito egiziano, il cui altare maggiore è tutto coperto d'argento con mirabili bassi rilievi dello stesso metallo, con pavimento a mosaico, con porte di bronzo istoriate.