GUIDA  Pompei

Da Wiki.
Pagine Utili sul Comune
Scheda su Pompei
Mappa Interattiva
Siti pompeiani
Amministrazione Comunale
Statistiche su Pompei
Inserisci Bollino Wiki
Concorso Fotografico
Concorsofoto.jpg
Foto Pompei:
2012, 2009, 2008
Scavi di Pompei
Scavi di Pompei
Pompei - Colonne a Pompei.jpg

Pompei è situato in Campania in Provincia di Napoli. L'8 maggio e la prima domenica di ottobre si festeggia il Patrono, la Madonna del Rosario.

Confina con i comuni di: Castellammare di Stabia, Torre Annunziata, Boscoreale, Santa Maria la Carità e Scafati.

Il territorio comunale è iscritto nella prestigiosa lista dei Siti UNESCO, in quanto gli Scavi di Pompei, Ercolano e Oplonti sono considerati Patrimonio dell'Umanità.

Indice

Ritratto della Città

Piazzale Bartolo Longo ed il Santuario

Arte e spiritualità. E’ l’esatto binomio che fotografa la storia millenaria di Pompei. Dislocata all’interno di una valle ai piedi del Vesuvio, dalla cui eruzione fu completamente distrutta nel 79 d.C., la cittadina accoglie una ben nutrita comunità: circa 25.000 abitanti.

Un numero che lievita in maniera esponenziale nei mesi primaverili ed estivi, durante i quali è presa d’assalto da centinaia di migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo per ammirare quello che è considerato patrimonio inestimabile dell'umanità: gli scavi archeologici dell’antica civis romana.

Campanile della Basilica

Monumenti, strade, insediamenti abitativi conservatisi per quasi duemila anni e riportati alla luce tra la fine del Settecento e la prima metà del Novecento grazie a diverse attività di scavo condotte da famosi archeologi, tra cui il celebre Amedeo Maiuri.

Come in un felice connubio tra antico e moderno, intorno al sito archeologico si sviluppa il tessuto urbano della Pompei moderna, il cui simbolo incontrastato viene ad essere il Santuario della Vergine del Rosario, meta obbligata per i fedeli del culto mariano, alla cui fondazione dedicò la sua esistenza l’avvocato pugliese Bartolo Longo, consacrato beato da papa Giovanni Paolo II e venerato dai pompeani come patrono della città.

Il valore storico degli scavi e la fama internazionale del suo nome sono valsi al comune vesuviano la dignità di "Città", attribuitagli nel 2004 dall'allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.

Vie e Piazze

Fulcro indiscusso della città mariana è Piazza Bartolo Longo sulla quale svetta il celebre Santuario e le principali istituzioni cittadine. Da essa si diramano le due principali arterie di collegamento con i paese limitrofi, vale a dire Via Lepanto - che fa da cerniera con Scafati - e l'asse Via Roma - cuore dello shopping locale - Via Plinio - che la collega a Torre Annunziata - lungo il quale sono dislocati i due principali ingressi degli scavi archeologici.

Alle spalle del Santuario, si dirama Via Nolana, fondamentale via d'accesso ai comuni vesuviani. In periferia, lungo il corso del fiume Sarno, si dirama Via Ripuaria, altro corridoio strategico per i collegamenti con Castellammare di Stabia , Scafati e Torre Annunziata.

Vedi anche Lista Piazze e Lista Strade.

Economia

In una città che vanta il sito archeologico più visitato d'Europa e uno dei santuari mariani più visitati al mondo, l'economia non può che reggersi sul turismo.

Gli oltre due milioni di visitatori che ogni anno vengono ad ammirare gli Scavi, alimentano la fitta rete di hotels, camping, locali della piccola e grande ristorazione, souvenir shops, ambulanti, che si dipana lungo i tre ingressi di piazza Anfiteatro, piazza Esedra e Villa dei Misteri, e nelle immediate adiacenze degli stessi.

Numeri importanti li fa registare anche il turismo religioso, legato ai numerosi pellegrinaggi che annualmente hanno come meta il Santuario della Beata Vergine. Un'affluenza che tocca le punte più alte in occasione delle due suppliche - 8 maggio e la prima domenica di ottobre - e in generale per tutto il mese mariano (maggio).

Per il resto a Pompei manca un'attività industriale di rilievo; in passato si era segnalata un fiorente polo cartiero, colpito all'inizio degli anni Novanta da una grave crisi che all'inizio del nuoso secolo ne ha decretato la definitiva chiusura. Un quadro economico che ha favorito il piccolo commercio. Una certa vivacità imprenditoriale si individua soltanto nella produzione florovivaistica.

La storia più remota ci consegna una spiccata anima commerciale che faceva di Pompei un fiorente centro di viticoltura e olivicoltura; il fatto che il vino pompeiano si esportasse in ogni angolo dell'Impero romano, è confermato dai ritrovamenti di anfore di vino in Francia, Spagna, Gran Bretagna, Germania e Africa.

Storia politica

Colonne negli scavi archeologici


Notes.png Vedi: Storia politica

Musei

Biblioteche

  • Biblioteca Comunale Ludovico Pepe, Via A. Moro II traversa
  • Biblioteca del Pontificio Santuario Beata Vergine del Rosario, Piazza Bartolo Longo, 1
  • Biblioteca della Soprintendenza per i beni archeologici di Pompei, Via Provinciale Villa dei Misteri, 2

Lapidi Commemorative

Informazioni Utili

Icona train t.gif Come Arrivare Icona dormire.gif Dove Dormire Icona dinner t.gif Dove Mangiare Icona dancing.gif Luoghi di Svago Icona supermercati t.gif Supermercati



Icona sport t.gif Impianti Sportivi Icona scuola t.gif ScuoleIcona asso t.gif Associazioni Icona bibliografia t.gif Bibliografia

Galleria Foto

Notes.png Vedi: Lista Foto Pompei