GUIDA  Prizzi

Da Wiki.
Pagine Utili sul Comune
Scheda su Prizzi
Mappa Interattiva
Siti prizzesi
Amministrazione Comunale
Statistiche su Prizzi
Inserisci Bollino Wiki
Concorso Fotografico
Concorsofoto.jpg
Foto Prizzi:
2012, 2009, 2008

Prizzi è situato in Sicilia in Provincia di Palermo. Il 23 aprile si festeggia il Patrono, San Giorgio.

Confina con i comuni di: Corleone, Castronovo di Sicilia, Palazzo Adriano, Campofelice di Fitalia e Vicari.

Panorama
Veduta del Lago di Prizzi


Indice

Ritratto della Città

Ntra li neghi jsatu e mpintu ncelu

Prizzi campa dassusu, sulu, nfunnu,

cu li canala carrichi di jelu,

comu fussi spirdutu ntra lu munnu.

Vito Mercadante, 1910.

Prizzi è un comune della provincia di Palermo da cui dista 79 km e 93 da Agrigento, provincia limitrofa. Nel territorio comunale vi è ubicata la stazione meteorologica, Prizzi con un’altitudine di 1045 metri è uno dei comuni più alti della Sicilia, il centro storico si presenta nella sua tipica struttura medievale, strade strette, irrregolari, tortuose e ripide, caratteristica peculiare dei piccolo centri montani dell'entroterra siciliano.

Oggi Prizzi, conserva una economia di tipo artigianale, con produzione di lavori in legno, cuoio e ferro. Un tempo nota per i bellissimi ricami che Prizzi produceva specialmente nel quartiere del Terrazzo dall’arabo tiraz, laboratorio di stoffe, meravigliosi corredi nuziali, tappeti (carpituna) e bisacce.

Curiosa, di sicuro impatto è di antica tradizione, il Ballo dei Diavoli traslata dal mito pagano a quello della celebrazione dei riti pasquali della Settimana Santa di Prizzi, la resurrezione del Cristo vincente, che rappresenta il bene, trionfa sul Diavolo, che rappresenta il male.

Storia

Nel territorio di Prizzi nell’antichità si stanziarono molti diversi insediamenti umani, come dimostrano le stazioni preistoriche e protostoriche, i villaggi indigeni ellenizzati e punicizzati o le fattorie romane. Le origini di Prizzi sono collegate al sito dove sorgeva l’antica Hippana che fu distrutta dai romani intorno alla metà del III secolo a.C. durante la prima guerra punica. Il Monte San Lorenzo (Montagna dei Cavalli), così come è emerso dalle campagne di scavo, fu abitato da genti indigene-sicane intorno al VII secolo a.C. La fase più fiorente si ebbe tra la metà del IV e la metà del III secolo a.C., quando una estesa città, si sviluppò sui fianchi e sulla cima della montagna protetta da un doppio circuito di fortificazioni (scavi hanno infatti portato alla luce tratti di rete viaria e mura di cinta).

Incerta l'etimologia del nome, alcuni studiosi dicono derivi dalla forma greca pyrìzein, che significa bruciare o brucia, forse dovuta alla posizione elevata sul monte, e quindi all'uso da parte degli abitanti di fuochi per segnalare l'arrivo del nemico. Altri si riferiscono alla parola greca Pirites,(pirite), altri affermano trattasi di Piretro una pianta forse un tempo presente nel luogo, oppure sempre dal greco piritis, di frumento, radice etimologica di piròs,frumento, o dal latino: Pirizium-Perisium, luogo cinto e difeso, o perìtion, un luogo assai onorato.

Da Vedere

  • Chiesa Madre
  • Castello (Ruderi)
  • Sito Archeologico Hippana

Dove Dormire

  • Residence Undici Ponti C/da Canalotto. Telefono: 091-8344258. Cellulare: 333-9988849 [1]
  • Fattoria Carcaci C/da Carcaci. Cellulare: 339-8130251 [2]

Dove Mangiare

  • Ristorante Agorà Viale Sandro Pertini, sn. Telefono: 091-8346144
  • Ristorante Tre Torri C/da Santa Barbara Bivio Prizzi, sn. Telefono: 091-8346086
  • Ristorante Raia Francesca Via Marchese Arezo, sn. Frazione di Filaga. Telefono: 091-8345677

Biblioteche

  • Biblioteca Comunale P. Domenico Sparacio, Corso Umberto I, 39

Musei

  • Museo archeologico Hippana, Corso Umberto I, 14. telefono: 091-8344379.
  • Museo Civico etno-antropologico, Piazza Francesco Crispi, 5. Telefono: 091-8346901

Volontariato, Onlus e Associazioni

  • Coop. Sociale Padre Pio, Via Piro, 14

Personalità Illustri

  • Nicolò Alongi (Prizzi, 22 gennaio 1863 – Palermo, 29 febbraio 1920) - Sindacalista, Dirigente Politico
  • Giuseppe Rumore (Prizzi, (?) - Prizzi, 22 settembre 1919) - Sindicalista Italiano
  • Pippo Salvatore Vaiana (Prizzi, 1935 - Palermo, 1991)- Astrofisico
  • Giuseppe De Marco (Prizzi, 11 aprile 1894 - Prizzi, 5 gennaio 1980 - Aviatore
  • Vito Mercadante (Prizzi, 13 luglio 1873 - Palermo, 28 novembre 1936) - Poeta Dialettale
  • Paolo Collura (Prizzi, 2 luglio 1914 - Prizzi, 28 ottobre 1997) - Storico e Paleografo

Bibliografia

  • Cenni storici e tradizionali del comune e dintorni di Prizzi, Pietro Campagna, Ed. Promopress (1991)
  • Prizzi, S. Cataldo, Ed. Flaccovio

Memorie Storiche

Nel Dizionario del 1858 di Antonio Busacca la città viene così descritta:

Prizzi - Capo circondario. È nel val di Mazzara nell'intendenza di Palermo, distretto di Corleone, dioc. di Monreale Pop. 8678. Dista 24 m. dal mar Africano, 36 da Palermo. Esporta grano, orzo, caci, e lana.

Mentre nella Corografia dell'Italia (1834) così viene descritto il comune:

PRIZZI, città dell'isola di Sicilia, prov. di Palermo, dist. di Corleone, capoluogo di cantone. Conta quasi 8,000 abitanti, molto attivi, i quali esercitansi in lavori di rame e di ferro. Vi sono pure fabbriche di pannilani e di tele di bambagia. I suoi mercati settimanali sono frequentatissimi. Sta 10 miglia a scirocco da Corleone, presso le fonti del fiume Termini.