GUIDA  Solferino

Da Wiki.
Pagine Utili sul Comune
Scheda su Solferino
Mappa Interattiva
Siti solferinesi
Amministrazione Comunale
Statistiche su Solferino
Inserisci Bollino Wiki
Concorso Fotografico
Concorsofoto.jpg
Foto Solferino:
2012, 2009, 2008
Gonfalone
Cartello di Solferino
Colline moreniche nei pressi di Solferino

Solferino è situato in Lombardia in Provincia di Mantova.

Confina con i comuni di: Lonato del Garda, Cavriana, Guidizzolo, Castiglione delle Stiviere e Medole.

Indice

Storia

La Rocca e il Castello
Panorama dalla Rocca

La battaglia di Solferino

Il 24 Giugno 1859 ricorre l'anniversario della famosa Battaglia di Solferino. Lo testimoniano più di 100 lapidi commemorative sparse nel territorio coinvolto dalla Battaglia fra i tre eserciti: Sardo-Piemontese comandato da Vittorio Emanuele II°, alleato con l'esercito Francese comandato da Napoleone III° contro l'esercito Austro-Ungarico comandato dal giovane imperatore Francesco Giuseppe.

Dalle ore 3 alle ore 6 del mattino la Battaglia di Solferino e San Martino inizia con una linea di scontri che va da Solferino a San Martino e alla piana di Medole. A Solferino combatterono i Francesi (circa 95000 soldati) con Napoleone III° contro l'esercito Austriaco comandato da Francesco Giuseppe. A San Martino combatterono l'esercito Sardo-Piementose guidato dal re Vittorio Emanuele II° contro l'ala destra dell'esercito Austriaco guidata dal generale Von Benedek.

Notes.png Vedi: La battaglia raccontata

Un episodio: la presa del cimitero di Solferino

Quadro sulla battaglia di Solferino

La resistenza austriaca al cimitero era fortissima e la situazione era diventata molto pericolosa per l'esercito. Gli austriaci respingevano qualsiasi tentativo di attacco. Il comando francese decide allora, dopo aver intuito che per togliere quel caposaldo austriaco bisogna fare delle brecce in quelle mura, di usare l'artiglieria; e così una batteria di circa 10 cannoni fu fatta avanzare a 400 metri dal cimitero. Là dove le cariche delle fanterie alleate fallirono, ci pensarono i cannoni a risolvere il problema.

Furono gli Zuavi ad assaltare il cimitero dopo che i cannoni rigati francesi precisi e molto più potenti di quelli austriaci ne avevano aperto le brecce nelle mura. Si dice che la gittata dei cannoni rigati francesi fosse di circa 2800 metri: considerando il periodo era una distanza veramente eccezionale.

Gli Zuavi erano battaglioni misti composti da francesi in minor numero e e soldati reclutati dalle colonie francesi in Africa. Venivano chiamati anche Turcos Tiragliatori, quelli che combatterono a Solferino era in maggioranza algerini di furia e ferocia inaudita e si lanciavano sul nemico urlando.

Durante la battaglia erano sempre in prima linea. Si racconta che essendo caduti i loro comandanti tinsero le mani nel loro sangue e si scagliarono sul nemico con urla ruggiti e balzi furiosi. Gli austriaci, abbandonato il cimitero ultimo caposaldo della difesa della città, si ritirano a Cavriana. Ma la battaglia, purtroppo, non era ancora finita.

Vie e Piazze

Solferino - Cartello Turistico - - Colle dei Cipressi.jpg

Da Vedere

Manifestazioni

Dove Mangiare

Monumento ai Caduti
Viale dell'Ossario
  • Ristorante Da Renato, Piazza Ossario, 27
  • Ristorante La Spia D'Italia, Via Dei Francesi
  • Ristorante Pizzeria La Fontana, Piazza Marconi, 3
  • Trattoria La Speranza, Via San Martino, 6

Musei

Biblioteche

  • Biblioteca Comunale, Via Cavriana, 7

Personaggi Illustri

Informazioni Utili

Icona train t.gif Come Arrivare Lapidi.gif Lapidi Commemorative

Galleria Foto

Notes.png Vedi: Lista Foto Solferino