GUIDA  Valperga

Da Wiki.
Pagine Utili sul Comune
Scheda su Valperga
Mappa Interattiva
Siti valperghesi
Amministrazione Comunale
Statistiche su Valperga
Inserisci Bollino Wiki
Concorso Fotografico
Concorsofoto.jpg
Foto Valperga:
2012, 2009, 2008

Valperga è situato in Piemonte in Provincia di Torino. Il 23 aprile si festeggia il Patrono, San Giorgio. Tra gli edifici religiosi: Parrocchiale della Santissima Trinità; Chiesa di San Giorgio; Santuario di Belmonte.

Confina con i comuni di: Cuorgnè, Prascorsano, Pertusio, San Ponso, Salassa e Castellamonte.

Il Sacro Monte di Belmonte è parte dei Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia inscritti nella prestigiosa lista dei Siti UNESCO Patrimonio dell'Umanità.

Indice

Dove Mangiare

  • Ristorante Belmonte, Borgo Trucchi, 16

Biblioteche

  • Biblioteca Civica, Via G. Matteotti, 19

Volontariato, Onlus e Associazioni

  • Amici di San Giorgio in Valperga, Piazza Della Chiesa, 1
  • Associazione di Volontariato Amici dei Bambini Dell'America Latina, Piazza Della Chiesa, 1
  • Associazione di Volontariato Con Altri Occhi, Via Villa, 3
  • Associazione Oratorio San Giuseppe, Via Villa, 3
  • Associazione Pubblica Assistenza Croce Bianca-Del Canavese, Frazione Gallenca, 64

Complessi Bandistici

  • Società Filarmonica Valperghese, Via Mazzini, 1

Memorie Storiche

In Corografia fisica, storica e statistica (1837) così viene descritto il comune:

Giace Valperga alle falde dei monti, tra l'Orco e il Viana. Era una Terra ragguardevole, già ricinta di mura. Il suo grandioso e magnifico castello, che sorge in un vicino colle assai eminente, conservasi tuttora in buono stato, restando in piedi le sue due torri, e le quattro porte d'ingresso: lo abitano alcune famiglie. In un'altra sommità di pittoresca veduta, superiore a quella di Valperga di circa 400 metri, vedesi il Convento, detto di Belmonte, ora occupato da una famiglia di Minori osservanti (V. Stati Sardi Atl. Illustr. Tav. X. N.° 2.) Al tempio, che è dedicalo alla Vergine, servono come di corona varie cappelle, nelle quali sono effigiati i fasti principali della madre di Dio, che la Chiesa suol celebrare. Secondo il cronista di S. Benigno, Re Arduino fondò qui un monastero di Canonici regolari nel 1010. Quel santuario restò demolito nelle sanguinose guerre del Piemonte, e Guido dei Conti di Valperga, vescovo di Asti, lo ricostruì per voto emesso, e lo diè alle Benedettine. Nel 1600 furono queste trasferite a Valperga, poi a Cuorgnè, e loro succederono i Minori osservanti, nei decorsi anni soppressi, ed ora ristabiliti.