GUIDA  Borgo a Mozzano

Da Wiki.
Pagine Utili sul Comune
Scheda su Borgo a Mozzano
Mappa Interattiva
Siti borghigiani
Amministrazione Comunale
Statistiche su Borgo a Mozzano
Inserisci Bollino Wiki
Concorso Fotografico
Concorsofoto.jpg
Foto Borgo a Mozzano:
2012, 2009, 2008
Ponte del Diavolo
Ponte della Maddalena e/o del Diavolo

Borgo a Mozzano è situato in Toscana in Provincia di Lucca. La seconda domenica dopo Pasqua si festeggia il Patrono, Madonna dei Ferri.

Confina con i comuni di: Lucca, Capannori, Fabbriche di Vergemoli, Coreglia Antelminelli, Gallicano, Bagni di Lucca, Villa Basilica e Pescaglia.

Indice

Da Vedere

Ponte della Maddalena e/o del Diavolo
Ponte delle Catene - Chifenti

Edifici Religiosi

Monumenti

Edicole Votive

Biblioteche

  • Biblioteca Comunale fratelli Pellegrini, Via Umberto I, 41
  • Biblioteca del Convento San Francesco
  • Biblioteca Famiglia Pellegrini, Via Umberto I, 41
Ponte del Diavolo o Maddalena

Volontariato, Onlus e Associazioni

  • Confraternita di Misericordia di Diecimo, Via Del Santo, 198 - Diecimo
  • Fraternita di Misericordia di Corsagna, Piazza XX Settembre 34 - Corsagna
  • Fraternita di Misericordia, Via Roma, 25

Lapidi Commemorative

Municipio
Stemma
Piazza XX Settembre

Informazioni Utili

Icona train t.gif Come Arrivare

Memorie Storiche

Attilio Zuccagni-Orlandini nel suo Indicatore topografico della Toscana granducale (1856) così riporta:

BORGO A MOZZANO. Capoluogo, con Deleg. e Pret. civ. e crim. di 3a Cl., e Min. esatt. del Reg. Antichissima è l'origine di questa grossa borgata la quale forse prese il nome da qualche predio detto Mutianum perchè goduto da romana famiglia omonima. Sul cadere del X secol il Vescogo Gherardo donava Mutiano ai Soffredinghi, e nel XII la repubblica di Lucca incominciò ad esercitare il dominio sopra i suoi abitanti. Nel 1169 fu pugnata sanguinosa battaglia nelle vicine anguste gole montuose tra le soldatesche della Repubblica e quelle di Pisa collegate coi feudatarii di Val di Serchio ribelli a Luca. In tal circostanza i vassalli dei Soffredinghi perderono le rocche di Cuna e di Anchiano; più tardi, cioè nel 1227, anche i Soffredinghi furono cacciati da quella di Mozzano. La rocca è poco lungi dal borgo: della sua chiesa parrocchiale goderono il gius patronato i Soffredinghi, deducendosi da un istrumento d'investitura del 1180.

In Corografia dell'Italia (1832) così viene descritto il comune:

BORGO A MOZZANO, volgarmente BORZO, nel principato di Lucca, presso la riva destra del Serchio, capoluogo di distretto, ed una delle undici comunità che formano lo Stato di Lucca. Vi risiede un tribunale civile e vi si contano 1,800 abitanti. Il suo dist. è il più esteso del Lucchese; confina col ducato di Modena, quindi da taluni è chiamato distretto degli Apennini. Abbonda di ulivi, di viti, di gelsi e di buoni pascoli, i di cui prodotti formano un vistoso ramo di commercio. Sta 8 miglia a borea da Lucca e 15 a scirocco da Castelnuovo di Garfagnana. Mirabile è il ponte che quivi sta sopra il Serchio, ed è chiamato della Maddalena, nome tolto dalla vicina chiesa: è di buona architettura e di un solo arco.

Mentre così viene descritta la frazione del comune:

ANCHIANO, castello di Toscana, nello Stato di Lucca, dalla di cui città è distante 7 miglia verso settentrione sulla riva sinistra del Serchio. Altre volte era molto fortificato e sostenne non poche ossidioni. Vi si annoverano quasi mille abitanti. I suoi dintorni sono fertili di cereali, ma molto più abbondano di viti, di gelsi e di ulivi.

Galleria Foto

Link.pngVedi Anche: Lista Foto Borgo a Mozzano