GUIDA  Cafasse

Da Wiki.
Pagine Utili sul Comune
Scheda su Cafasse
Mappa Interattiva
Siti cafassesi
Amministrazione Comunale
Statistiche su Cafasse
Inserisci Bollino Wiki
Concorso Fotografico
Concorsofoto.jpg
Foto Cafasse:
2012, 2009, 2008

Cafasse è situato nel Piemonte nella Provincia di Torino. Il 7 settembre si festeggia il Patrono, San Grato. Tra gli edifici religiosi: Chiesa Parrocchiale di Monasterolo.

Confina con i comuni di: Mathi, Vallo Torinese, Fiano, Lanzo Torinese, Germagnano, Villanova Canavese e Balangero. E' a circa venticinque chilometri da Torino.

Indice

Ritratto della Città

Cafasse è una piccola cittadine situata a nord di Torino. Al suo interno vi scorrono i torrenti delle valli del Lanzo che confluiscono nel Pò. Il nome della città deriverebbe dal termine "Cabasse" usato per indicare le case basse che componevano il borgo. La città cominciò a formarsi intorno all'anno mille e nei secoli successivi visse in uno stato di lunga tranquillità. Non si registrano, in effetti, eventi che hanno sconvolto la popolazione o modificato, in modo rilevante, l'assetto politico ed economico. I numerosi boschi dell'aria offrivano agli agricoltori un gran numero di legna, utilizzato per la costruzione di case e cascine. In questo modo crebbe la popolazione e conseguentemente si creò l'economia e le istituzioni per sostenerla. Nel 1378 fu costruito il Ponte di Roch, che secondo una leggenda locale era stato creato dal demonio in cambio dell'anima del primo passante del ponte. Gli abitanti, per non saldare il vitale debito lasciarono il passaggio ad un cane così da donare al povero diavolo soltanto l'anima di un animale. La città dipendeva dal comune di Balangero e Mathi. Verso il XVII secolo gli abitanti chiesero l'autonomia dai suddetti comuni. La cosa non fu facile da ottenere. Soltanto nel 1767 il re di Sardegna Carlo Emanuele concesse l'agognata libertà. A inizio '800 con la fioritura in città di diverse industrie tessili e cartarie si passò da un'economia di tipo agricolo a una di tipo industriale. Le produzioni della carte e del tessile subirono un grosso arresto verso il 1970 a causa della crisi che in quegli anni colpì tutto il settore tessile.

Da Vedere

La Parrocchiale

Situato al centro di piazza Vittorio Veneto, la facciata misura circa 15 metri. Questa è divisa in tre parti con il timpano triangolare in alto. I due cornicioni circostanti custodiscono un dipinto della Madonna con Bambino. La parte centrale della Chiesa si presenta in forma rettangolare. Sull'altare maggiore vi è l'immagine della Madonna con Bambino e San Grato e San Giovanni Battista .

Dove Mangiare

  • Ristorante Homard, Via G. Garibaldi, 20 - Fraz. Monasterolo. Tel. 0123-341798. Chiuso lunedì e martedì.
  • Ristorante La Leggenda, Via Roma, 8

Biblioteche

  • Biblioteca Civica, Via Roma 4

Volontariato, Onlus e Associazioni

  • Associazione Volontari Italiani del Sangue, Via Villanova 1
  • Nuovo Cammino - Società Cooperativa Sociale, Via Paschero 28

Complessi Bandistici e Corali

  • Corale Alpina Monasterolese, Via C. Colombo, 17
  • Filarmonica Cafassese, Via Torino, 5

Informazioni Utili

Icona train t.gif Come Arrivare Icona sport t.gif Impianti Sportivi