2 Luglio 2008

Murlo, paese custode di antiche memorie

di Sara Radicia (Blog Murlo. Racconti di Viaggio)

Murlo è un piccolo borgo medievale, posto in una posizione abbastanza isolata rispetto ai paesi circostanti. Io e il mio fidanzato ci siamo decisi dopo una mattinata di incertezza a prendere la strada del grossetano per visitare un po’ di posti che altrimenti non abbiamo mai l’occasione di vedere. Ci siamo fermati per due motivi:murlo-2.JPG eravamo stanchi e poi ci siamo incuriositi per il fatto che un paese così piccolo fosse comune.

Per sgranchirci siamo scesi, io da lontano non vedo molto bene e lui, che era andato avanti a vedere, mi ha fatto segno di avvicinarmi a quello che all’inizio mi sembrava un semplice capanno. Sotto al tetto c’era una ricostruzione del metodo antico di fare la ceramica, con tanto di forno ed esempi di ceramica rossa. Lui mi guarda e dice: “quando troveremo tutte queste cose col gruppo archeologico?”, è un appassionato di archeologia, fa parte di un gruppo di di volontari e qualche volta, come ospite aiuto anche io durante gli scavi. Mi fa sorridere, anche perché il gruppo ci ha dato già diverse soddisfazioni, anche se differenti da quelle che caratterizzano il paese dove ci siamo trovati.

MurloCi fanno male le gambe e decidiamo di esplorare il paese a piedi, non ci vuole neanche molto. É veramente carino, così, arrampicato sulla cima di un colle e sembra proprio che il tempo si sia fermato: la parte antica è rimasta quasi del tutto inalterata e tutte le abitazioni sono raccolte dentro le mura. La prima cosa che penso appena metto piede dentro al paese è che dovrebbero girarci un film.

murlo.JPGDue signore ci dicono che c’è un’area archeologica lì vicino e che al museo, che troviamo appena girato l’angolo, sono custodite le decorazioni di un grande palazzo arcaico, in terracotta appunto. La famiglia signorile che l’aveva fatto costruire doveva essere molto potente, perché le decorazioni dei fregi la celebrano nei vari momenti nozze, giochi, ecc. fino al culmine quando il principe si trova davanti alle divinità. Molti oggetti sono stati rinvenuti, anche preziosi, e non mancano la ceramica greca e le statuette.

L’area archeologica vera e propria è situata al di fuori dell’abitato, presso Poggio Civitate. Qui si trovano i resti di un edificio orientalizzante ed uno più recente ma molto importante perché uno dei pochi esempi di architettura domestica. Tuttavia, quello che contraddistingue l’area, ha a che fare col motivo per cui ci siamo incuriositi, vale a dire la produzione della ceramica: una costruzione dove anticamente avevano sede le officine degli artigiani ed erano prodotti oro, bronzo e avorio. Ecco perché negli abitanti si è destato l’interesse per gli antichi metodi di lavorazione artigianale e si è costituito un gruppo di studio sull’argomento.

Contenti per l’inaspettata sorpresa, ripartiamo per la nostra gita, soddisfatti di avere scoperto un posto che ha saputo incuriosirci e ci ha donato più di quanto ci aspettassimo.

  • Segnala su: Inserisci nei preferiti del.icio.us segnalo OKNOtizie Google YahooMyWeb Facebook Technorati

8 commenti a “Murlo, paese custode di antiche memorie”

  1. mctrit8 scrive:

    ‘Io e il mio fidanzato CI SIAMO DECISI’ mi fa venire in mente un racconto di Carlo Verdone in compagnia di Jessica (anzi Cessica).
    Per il fatto che da lontano non vedi bene ti sono vicino (ma per fortuna non ho questo problema).
    Ma la chicca è l’edificio ORIENTALIZZANTE!!! Orientaleggiante no???!!!

  2. Mic79ETR scrive:

    [snip] il periodo ORIENTALEGGIANTE è forse possibile trovarlo scritto su qualche racconto delle “Mille e una notte”. Riguardo ai periodi storici di interesse storico culturale, si parla invece di periodo ORIENTALIZZANTE, caratterizzato appunto da influenze artistiche e culturali orientalizzanti, che nel caso della civiltà etrusca va più o meno dall’ VIII al VI sec. a.c.. In questo Periodo storico questo popolo venne culturalmente influenzato dalle popolazioni affacciate sul mediterraneo come greci, corinzi etc etc. a seguito di sempre più frequenti scambi commerciali marittimi.
    [snip]

  3. mctrit8 scrive:

    Che dirti, scusa se il mio commento ti ha in qualche modo offeso, ti assicuro che non era mia intenzione, però a prescindere da orientaleggiante o orientalizzante, penso che il vostro lavoro lo facciate per gente che, come me, vi legge e quindi i ‘clienti’ li dovete coltivare non far fuggire e ti assicuro che invece di [snip] [polemizzare] bastava semplicemente chiarire la correttezza del termine adottato, tutto qui.

  4. Massimo Di Bello scrive:

    eliminati i toni polemici :-) ci si può parlare mantenendo sempre un tono cordiale
    tutti possiamo imparare da tutti ;-)

  5. Sara Radicia scrive:

    Mi dispiace che siano nate tutte queste discussioni per un articolo che aveva intenzioni positive. In quanto al termine, se cercate sul vocabolario di sicuro lo trovate e quello è sicuramente più autorevole di me. Mi fa felice che altri non abbiano il mio stesso problema di vista, perché di solito lo trovo fastidioso, e comunque intendevo solo dire che all’inizio non avevo capito bene di cosa si trattasse. Insomma, chi scrive è una persona viva se si elimina l’umanità delle piccolezze da ciò che si scrive cosa rimane mi chiedo?

  6. Massimo Di Bello scrive:

    a me l’articolo è piaciuto :-)

  7. Marcello Di Sarno scrive:

    Ciao Sara,
    uno degli aspetti principe della mission di Comuni-Italiani è quella di offrire un’informazione più personalizzata, vissuta cioè in prima persona da chi vive la quotidianità di un comune.
    Del resto è la cifra editoriale di questo blog.
    Sono completamente d’accordo con te.

  8. Sara Radicia scrive:

    Grazie a Massimo e Marcello per il sostegno :-)

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il login.

Articoli nei Comuni Vicini: Monteroni d'Arbia (1), Montalcino (1), Siena (3), Asciano (1), Sovicille (1), Civitella Paganico (1), Castelnuovo Berardenga (1), Monticiano (2), Castiglione d'Orcia (1), Pienza (1), Chiusdino (1), Arcidosso (1)