9 Ottobre 2008

L’Abruzzo nella magica “Antologia della Pietra”

di Marina Greco (Blog Pettorano sul Gizio. Interviste Musei)

Riccardo Patrignani, autore della collezione dell’Antologia della Pietra, intervistato dalla redazione di Comuni-Italiani.it:

Come è nato il museo?
Bhe! Così, quasi per caso! Tutto è iniziato dai tentativi tecnici da me effettuati con lo scopo di provare una nuova tecnologia per la giusta esplicazione artistica. Con mio immenso piacere, la cosa ha funzionato e ne è nata una vera e propria collezione… man mano sempre più ricca di nuovi manufatti! Nacque quindi la necessità di dare ai miei manufatti la giusta collocazione, in poche parole, mi chiesi: “dove li metto tutti questi quintali di pietra? sono bellissimi, senz’altro andranno a ruba!!!???

Qual è il patrimonio che lo caratterizza?
La mia collezione ripropone in miniature in pietra i castelli e gli eremi abbruzzesi. Se visitate l’Abruzzo, scoprirete che è mille volte così… proprio così: un patrimonio immenso in cui si legge la sofferenza ed il lavoro inumano di centinaia di generazioni, che sono sopravvissute e cresciute… ed oggi questi stessi luoghi ispirano serenità!!

Cosa attira di più i visitatori?
I ragazzi sono sicuramente affascinati dai castelli, restano così entusiasti che lasciano sul libro delle firme alcuni messaggi commoventi e di alto profilo umano. Gli adulti sono maggiormente affascinati dalla “pazienza” (per usare le loro parole) che occorre per la realizzazione dei manufatti. Gli intenditori, anche non troppo esperti, notano subito la meccanica dell’arte muraria, la ricostruzione filologica e si informano leggendo le schede di corredo alla mostra che ho scritto con tanta pazienza: finalmente!

antologia-della-pietra.jpgQuale opera o collezione le piace personalmente di più?
La Collezione in sé offre una sinergia magica che gratifica molto l’autore.
Purtroppo il ricordo degli espedienti operati per risolvere i singoli problemi tecnici, di spazio, di peso, di impostazione, non si raccordano mai con ciò che gli altri, ignari, ammirano di più…

Qual è la valenza didattica del suo patrimonio? Come e con quali risultati si rivolge agli studenti?
Non vi è alcun bisogno di rivolgersi agli studenti, sono loro che, cresciuti nella logica della tecnologia consumistica, approfittano dell’occasione per evadere e capiscono immediatamente tutto con la loro innata percezione.
Ho visto davvero scene meravigliose! Ho volutamente lasciato dei lavori non coperti dalla teca di vetro affinché i ragazzi possano toccare la pietra, so che per loro è un rapporto istintivo ed importante… e se qualcosa si rompe non fa niente, lo rifaccio. Che artista sarei se non fossi disposto a “dare”?

Ci sono appuntamenti clou e rassegne prestigiose da non perdere?
Ci piacerebbe poter portare al di fuori delle mura delle sale della mostra le bellezze della collezione, ma essendo pesanti e delicati non ci è possibile spostarli per esibizioni itineranti.

Quali sono i servizi che offrite ai visitatori?
Il Borgo di Pettorano e la sua riserva sono già di per sé un itinerario completo fra storici mulini, frantoi, telai.
Il Castello è visitabile interamente ed oltre all’Antologia della pietra, ospita spesso mostre di pittura, convegni, serate musicali.

Quale ruolo assolve, dal punto di vista sociale e culturale, nell’ambito territoriale?
A Pettorano tutto resta circoscritto ai visitatori che occasionalmente vi giungono, purtroppo pochi rispetto alle principali stazioni di traffico turistico. Ma non vale lamentarsi di questo, la regione Abruzzo è amministrata così dal tredicesimo secolo! Meglio pochi ma buoni!

Come immagina il museo da qui a dieci anni?
E’ vero che sono un artista, ma mica ho la sfera di cristallo? Mi auguro che la collezione ottenga il riconoscimento che le spetta e che continui ad emozionare sempre i visitatori, come fa oggi.

Riferimenti:
Antologia della Pietra
a cura della “Riserva Naturale Genzana alto Gizio”
presso il Castello Cantelmo di Pettorano sul Gizio (AQ)
Telefono: 0864-487951
Sito Web: www.antologiadellapietra.com

  • Segnala su: Inserisci nei preferiti del.icio.us segnalo OKNOtizie Google YahooMyWeb Facebook Technorati

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il login.

Articoli nei Comuni Vicini: Sulmona (2), Pacentro (1), Scanno (2), Pescocostanzo (1), Roccaraso (1), Caramanico Terme (1), Cocullo (1), Barrea (1)