17 Aprile 2008

Protagonista della propria storia e del proprio domani

di Marcello Di Sarno (Blog Potenza. Interviste Sindaci)

Il sindaco di Potenza Vito Santarsiero intervistato per Comuni-Italiani.it

Come si presenta la sua città a chi oggi la vive quotidianamente?
Nel pieno di uno sforzo per migliorare la qualità urbana. Cento milioni di euro investiti, tanti cantieri aperti, anche qualcheVito Santarsiero temporaneo disagio per realizzare piazze, strade, parchi ecc. Ma anche nel pieno di una riflessione sul nuovo Regolamento urbanistico e sul Piano Metropolitano, strumenti con cui pensiamo di disegnare la città del futuro.

Tre validi motivi per visitarla?
Per il suo centro storico, ricco di chiese, palazzi e vicoli che raccontano secoli di vita; per Palazzo Loffredo (che ospita il Museo Nazionale di Archeologia e la Galleria Civica sempre ricchi di mostre di alto profilo) ed il Teatro Stabile che sono due contenitori culturali di eccellenza; per la sua gente, ospitale ed aperta.

Chi ne ha fatto la storia?
I Lucani. Da quando, nel IV secolo a.C. si trasferirono dalla vicina Vaglio al colle di Potenza, sino ai nostri giorni, la storia cittadina è stata segnata dagli elementi fondamentali della cultura dell’Antica Lucania. Elemento di svolta storica è stata anche una legge del 1806 che portò Potenza al rango di Capoluogo della provincia di Basilicata, aprendo un ampio processo di modernizzazione e modifiche nella vita sociale, economica, istituzionale.

Per quale aspetto della sua città va personalmente fiero?
Come sempre avviene nei momenti in cui una comunità accetta la sfida della innovazione e della qualità, la città ha fatto proprio un ampio progetto di investimento culturale caratterizzandosi per un fermento che sempre più investe istituzioni, scuole, università, associazioni.
E’ questo il parametro che più di tutti esprime i processi di crescita che la città vive e che più di tutti ci consente di guardare con fiducia al futuro.

Tra progetti da portare a termine e traguardi ambiziosi da perseguire, come vede il futuro della sua città?
Il futuro di Potenza, quello che emerge dal Piano strategico cui stiamo lavorando, è quello di una città che dovrà rafforzare il proprio ruolo guida nella Regione migliorando la propria qualità urbana, offrendo servizi territoriali di alto livello, rafforzando i legami con tutti i comuni della Basilicata in un processo di maggiore coesione territoriale per una nuova stagione di rigenerazione economica e sociale.

Una domanda che vorrebbe sentirsi rivolgere sulla sua città e la risposta che darebbe.
Ancora qualcuno chiede: “Ma Potenza è ancora luogo simbolo di isolamento e arretratezza?”. Mi piace rispondere che oggi “Potenza è città dell’Europa, orgogliosa delle proprie radici e della propria storia, che vince la scommessa dello sviluppo attraverso il proprio protagonismo.”

  • Segnala su: Inserisci nei preferiti del.icio.us segnalo OKNOtizie Google YahooMyWeb Facebook Technorati

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il login.

Articoli nei Comuni Vicini: Pietragalla (1), Picerno (1), Satriano di Lucania (1), Castelmezzano (1)