10 Febbraio 2009

Le antiche “aquae vescinae” decantate da Plotino

di Paola Perna (Blog Castelforte. Interviste Terme)

www.termevescine.com

Il sito delle Terme Vescine

“Nel medioevo, quando l’umanità tormentata dalle pestilenze e dalle continue guerre cercava aiuto nella divinità, i frati benedettini scelsero Suio per fondarvi un monastero in onore di Sant’Antonio Abate, protettore degli infermi che colpiti dal fuoco trovavano nelle acque della vallata il rimedio miracoloso”: scriveva il professore Martori a riguardo delle acque terapeutiche locali definite dai romani vescine. Oggi nella città di Castelforte un’intera frazione è stata denominata Terme a sottolineare il profondo legame con questo prezioso elemento naturale.

Antonella Ruggiero, reservation manager delle Terme Vescine, intervistata per Comuni-Italiani.it

A quando risale la scoperta delle sorgenti e in che modo hanno influito sullo sviluppo cittadino?
Le sorgenti delle acque di Suio Terme, che sgorgano lungo le rive del fiume Garigliano, risalgono all’epoca romana e gli antichi le soprannominarono aquae vescinae.
Numerosi personaggi dell’epoca beneficiarono delle proprietà curative delle polli sorgive. Tra questi il filosofo Plotino, che a Suio curò gli acciacchi riscontrando benefici effetti. Addirittura si prodigò con l’imperatore Gallieno affinché qui edificasse la città di Vescia, a cui voleva che gli fosse dato il suo nome.
Dopo i clamori del periodo romano, però, la zona fu abbandonata e le sue fonti dimenticate. Solo nella metà del secolo scorso, dopo la guerra, iniziò la rivalorizzazione delle acque e dell’intero luogo, che vanta tra l’altro diverse sorgenti, con la creazione di strutture atte allo sfruttamento terapeutico delle fonti.
Dei clamori che le acque destarono nel periodo romano sono testimonianza i resti della cosiddetta vasca di Nerone, un calidarium e i resti di un mosaico. La frazione della città di Castelforte, in virtù di questo, ha da poco assunto l’indicazione di Suio Terme per sottolineare questo profondo legame col territorio e con la sua storia, divenendo tappa fondamentale per chi è alla ricerca del benessere fisico utilizzando rimedi naturali.

Quali le caratteristiche delle acque e i benefici per la salute?
Le molte sorgenti che sgorgano a Suio, accomunate dalle stesse caratteristiche chimiche e chimico-fisiche, hanno origine dalla massa vulcanica del parco di Roccamonfina.
Le acque delle Teme Vescine sono di natura sulfuree alcalino bicarbonato calciche, con una temperatura alla fonte di 53°. Le acque risultano efficaci nella cura di malattie cutanee, respiratorie, muscolo-scheletriche, ginecologiche.

Alle vostre terme sono annesse anche altre strutture?
Qui nulla è lasciato al caso: ogni spazio è curato nei minimi particolari per ricreare in ogni luogo un’atmosfera discreta e accogliente. Le cure termali avvengono attraverso un percorso globale che coinvolge tutti i sensi utilizzando anche bagni, fanghi, inalazioni e idromassaggi.
Molto ricca è l’offerta di servizi per gli ospiti della struttura: una piscina termale interna con acqua calda, un’altra esterna sempre di acqua calda dotata di idromassaggi, campi da tennis regolamentari e un ampio parco per salutari passeggiate immerse nel verde.
Annesso c’è anche un centro benessere attrezzato per numerose cure estetiche, un hotel e un ristorante che lega le tradizioni culinarie tipiche alla moderna gastronomia.

Quali rassegne, manifestazioni o eventi mondani organizzate?
Serate con musica dal vivo e altre all’insegna del karaoke per ore di divertimento e allegria.
Non mancano poi incontri letterari per la clientela più intransigente e numerosi momenti di aggregazione.

Ci sono stati personaggi famosi tra i vostri ospiti?
Certo, anche se già la storia antica come già accennato annovera tra i sostenitori delle acque vescine illustri personaggi romani, imperatori e gens romana. Tra i numerosi personaggi del mondo dello spettacolo che ultimamente hanno fatto tappa alle nostre terme c’è la cantante Alexia e il gruppo dei Los Logos.

Solo terme o la località offre anche punti di interesse storici, artistici e paesaggistici?
Il nostro territorio è punto di mezzo tra luoghi di interesse storico e artistico, essendo a pochi chilometri da Cassino con la sua storica abbazia, dalla città fortificata di Minturno e vicina alla città di Caserta e alla sua celeberrima Reggia.
Dal punto di vista paesaggistico è incastonata nella Riviera d’Ulisse, tra Sperlonga, Formia e Gaeta, immersa nella Valle del Garigliano e poco distante dalle Grotte di Pastena.

Riferimenti:
Terme Vescine
Via delle Terme (località Suio Terme) - Castelforte (LT)
Telefono/Fax: 0771-670007; 0771-670008; 0771-670121
Indirizzo mail: info@termevescine.com
Sito web: www.termevescine.com

  • Segnala su: Inserisci nei preferiti del.icio.us segnalo OKNOtizie Google YahooMyWeb Facebook Technorati

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il login.

Articoli nei Comuni Vicini: Minturno (1), Cassino (2), Mondragone (1), San Pietro Infine (1), Formia (1)