20 Febbraio 2009

La città che non ti aspetti…

di Marina Greco (Blog Brescia. Interviste Guide Turistiche)

Duomo vecchio e cupole del nuovo

Duomo vecchio e cupole del nuovo

A spasso per le strade di Brescia, insieme ad Alessandra Piccinelli, guida turistica autorizzata della provincia lombarda:

Perché ha scelto di diventare una guida turistica?
Mi sono avvicinata a questa professione per avere maggiori possibilità lavorative… Una laurea in Storia dell’Arte purtroppo, nonostante il bellissimo mondo a cui apre la mente, non offre grandi sbocchi professionali!

E’ contenta del suo lavoro, cosa le piace di più?
Mi fa piacere far conoscere il mio territorio sottolineandone gli aspetti storico-artistici, gestire il mio lavoro autonomamente, variare le proposte di itinerari, entrare in contatto con diversi operatori nel settore turistico e conoscere persone diverse.

Come caratterizza il suo servizio di guida?
Innanzitutto presentandomi con un sorriso!
Oltre alle conoscenze specifiche, una guida viene apprezzata per la sua disponibilità e il carattere socievole!

Può parlarci di Brescia?
Brescia è una città che crea stupore nei turisti che la vedono per la prima volta. Quasi nessuno ha grandi aspettative all’arrivo, anzi viene spesso scarsamente considerata, ma alla fine i commenti sono sempre “non ne avevo idea”!
Consente una passeggiata nel tempo: partendo dall’epoca romana, con il Tempio Capitolino, il Teatro e i resti della piazza del foro, passando per quella medievale, con edifici romanici di notevole pregio come il Duomo Vecchio, il Broletto, la Chiesa di San Francesco, a quella Rinascimentale nella splendida Piazza Loggia, per arrivare all’Ottocento con Piazzale Arnaldo e al Novecento con Piazza Vittoria
Il fiore all’occhiello è sicuramente il Museo di Santa Giulia, allestito nelle mura dell’antico monastero di San Salvatore fondato all’epoca di Desiderio, l’ultimo re dei Longobardi, che custodisce incredibili tesori.
Gli amanti della pittura non dovrebbero perdersi la Pinacoteca Tosio Martinengo e per tutti vale la pena salire sul colle della città per godere della vista panoramica e passeggiare all’interno delle mura del Castello, fondato dai Visconti e completato sotto il dominio della Repubblica di Venezia, tra torri, passaggi e musei.
C’è ovviamente spazio anche per lo shopping tra le vie del centro e sotto i portici e i numerosi ristoranti cittadini offrono la possibilità di degustare le specialità eno-gastronomiche della zona.

Tempio Capitolino

Tempio Capitolino

Qual è il periodo migliore per visitare Brescia?
E’ possibile visitare la città in ogni periodo dell’anno, ma sicuramente la primavera e l’autunno sono le stagioni che vedono la maggior parte del turismo organizzato, anche perché si può usufruire della posizione centrale della città per poi spostarsi sul lago di Garda, su quello d’Iseo o in Franciacorta proponendo un soggiorno di più giorni.

Quale itinerario suggerisce per chi ha solo poche ore a disposizione?
Sicuramente il centro storico: via Musei, il foro romano, piazza Duomo e piazza della Loggia.
A scelta il castello o il Museo di Santa Giulia in base agli interessi!

Quali tipologie di turisti visitano la città e cosa li incuriosisce di più?
Posso rispondere per quanto riguarda il turismo organizzato e quindi per lo più scolastico e gruppi di media età (cral, auser, associazioni, parrocchie, ecc.).
Sono incuriositi e particolarmente affascinati dalla scoperta degli interni delle chiese e sicuramente il Museo di Santa Giulia.

Riferimenti:
www.infranciacorta.com/itinerari

(Foto per gentile concessione di Alessandra Piccinelli)

  • Segnala su: Inserisci nei preferiti del.icio.us segnalo OKNOtizie Google YahooMyWeb Facebook Technorati

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il login.

Articoli nei Comuni Vicini: Gussago (1)