25 Ottobre 2008

Montemurlo, dove lo sport è aggregazione

di Andrea Bonfiglio (Blog Montemurlo. Alla Scoperta della nostra Italia)

Al confine tra le province di Pistoia e Prato sorge un comune dove, da oltre quarant’anni, lo sport gioca un ruolo da protagonista. Il nome di questo ordinario borgo toscano è Montemurlo.

Dalla città pistoiese di Quarrata avanzo verso la confinante Agliana, dalla quale – dopo aver attraversato il lungo rettilineo, adagiato tra varie abitazioni ed alcuni esercizi aperti al pubblico, che porta verso la centralissima via Roma – proseguo verso la frazione montalese di Stazione, dove un moderno raccordo mi permette di oltrepassare senza necessità di sosta il locale tratto di linea ferroviaria. Un vecchio cartello sbiadito annuncia l’ingresso in territorio pratese, mentre un altro, qualche metro più avanti, si affretta a precisare che si tratta della cittadina di Montemurlo.

Mi trovo a transitare esattamente in località Oste e non riesco a trattenere le risa quando sul lato destro della carreggiata, pochi secondi più tardi, appare un’enorme scritta realizzata in piastrelle blu su sfondo bianco che recita «OSTERIA». L’involontario gioco di parole mi pare una gag riuscitissima, quasi fosse stata volontariamente scritta da un sagace e brillante umorista, di conseguenza continua a farmi sorridere nel proseguo del tragitto. Riesco tuttavia a non distrarmi e poco dopo individuo l’indicazione per il centro; giro a sinistra. L’automobile procede tra due file ordinate di case che mi fanno venire in mente le schiere di piante nei vitigni. Un nuovo cartello posizionato nei pressi di una minuscola rotatoria, realizzata con graziose mattonelle sfumate di grigio, mi indica la strada per raggiungere la meta. Pochi metri ancora e davanti a me s’apre un vasto piazzale che funge da parcheggio per tutti coloro i quali si recano presso l’impianto sportivo comunale “Ado Nelli” di Oste.

Il complesso, gestito dalla locale società dilettantistica del Jolly, è una struttura assai moderna costituita da un campo di calcio ed uno di calcetto, entrambi in erba sintetica, con relativi spogliatoi; una tribuna coperta realizzata in cemento armato e provvista di seggiolini plastici con spalliera; un bar ed un locale pizzeria. In questo teatro d’avanguardia, invidiato da molte altre società non professionistiche del circondario, si esibiscono quotidianamente frotte di sportivi. Bambini, adolescenti ed adulti accomunati dal desiderio di correre dietro ad un pallone, si alternano così su d’un verde palcoscenico, col sorriso sulle labbra, davanti ad un pubblico festante fatto di madri, padri, amici e parenti vari, sperando di vivere qualche intensa emozione.

Non soltanto un luogo dove praticare una sana attività sportiva. Il “Nelli”, come lo chiamano in maniera familiare gli abitanti della zona, è anche una sorta di centro d’aggregazione. Per merito della recente ristrutturazione del locale adibito a pizzeria, infatti, numerosi genitori hanno l’opportunità di organizzare in loco delle feste (ad esempio i compleanni) per i propri figli, i quali hanno così un’ulteriore occasione per beneficiare di nuovi momenti di socializzazione.

Tutto avviene sotto l’attento sguardo dell’Appennino tosco-emiliano che cinge dolcemente un fianco di quest’area dove, fin dal 1965, anno della fondazione del gruppo sportivo per iniziativa del sacerdote Don Mauro Baldi, va ininterrottamente in scena lo strabiliante spettacolo di un calcio che unisce.

  • Segnala su: Inserisci nei preferiti del.icio.us segnalo OKNOtizie Google YahooMyWeb Facebook Technorati

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il login.

Articoli nei Comuni Vicini: Montale (1), Agliana (1), Prato (2), Vaiano (1), Quarrata (4), Cantagallo (1), Poggio a Caiano (2), Carmignano (1), Pistoia (3), Campi Bisenzio (1), Calenzano (1), Signa (1)