22 Ottobre 2008

Sa potecaria, l’antico farmamuseo di Villacidro

di Marina Greco (Blog Villacidro. Interviste Musei)

Il dottor Ignazio Fanni, direttore del Farmamuseo di Villacidro, intervistato dalla redazione di Comuni-Italiani.it:

Come è nato il museo?
Dal ritrovamento degli antichi registri della Farmacia Mancosu che fu acquistata da  mio padre nel 1928 nacque l’idea di raccogliere ed esporre i reperti riguardanti la farmacia e la medicina che erano conservati in alcuni scatoloni, dimenticati da decine di anni. Infatti il nucleo originario di questa raccolta è costituito da alcuni reperti, risalenti all’inizio del 1900 ed appartenuti alla vecchia Farmacia Mancosu che fu acquistata, nel 1928, dal dottor Nino Fanni (padre dell’attuale titolare) e da una certa quantità di oggetti appartenuti, invece, alla vecchia farmacia del dottor Nino Fanni.
Molti di più sarebbero, questi reperti, se un attentato dinamitardo subito dalla farmacia, il 15 agosto 1945, non ne avesse distrutto una notevole quantità. Questo attentato avvenne quando in Sardegna la guerra era finita da un pezzo ma le notizie che arrivavano dal continente, evidentemente, avevano scaldato gli animi di alcuni esponenti politici locali a cui mio padre, noto esponente cattolico e tra i fondatori della Democrazia Cristiana villacidrese, poteva dare un qualche fastidio.

Qual è il patrimonio che lo caratterizza?
Come detto, il nucleo originario è costituito da oggetti delle farmacie Mancosu e Fanni, risalenti alla prima metà del 1900. Però, la maggior parte dei reperti che si possono ammirare nel Farmamuseo sono state acquistati da me, che sono l’attuale titolare della farmacia, in varie parti del mondo e soprattutto in Germania e negli U.S.A.
A ciò si aggiunge una piccola biblioteca con testi riguardanti la medicina e la farmacia i più antichi dei quali risalgono ai primi del 1500.

Cosa attira di più i visitatori?
Le antiche bilance, i mortai, la collezione di clisteri e, tra gli antichi apparecchi elettromedicali, una sorta di elettroshock e “l’apparecchio venere” che risale agli anni ’30 del secolo scorso ed era propagandato per rassodare e sviluppare il seno.

Quale oggetto le piace personalmente di più?
Una “Farmacia da Viaggio” della fine del 1700. Le farmacie da viaggio erano delle cassettine che contenevano gli strumenti indispensabili e alcune sostanze per preparare i medicamenti più comuni. Veniva portata dal medico quando  andava a visitare persone, suppongo benestanti, in luoghi dove non era presente una farmacia.

Qual è la valenza didattica del suo patrimonio? Come e con quali risultati si rivolge agli studenti?
Un tuffo nel passato per far riscoprire ai giovani d’oggi come si curavano i nostri padri e i padri dei nostri padri. Generalmente i ragazzi, soprattutto se in gruppi non troppo numerosi, dimostrano di gradire l’iniziativa. Molto dipende anche da come gli insegnanti hanno preparato la visita.

Ci sono appuntamenti da non perdere?
Normalmente partecipiamo alla “Notte dei musei”. Un iniziativa a carattere europeo organizzata dal Ministero della cultura Francese che si svolge verso il 20 maggio.

Quale ruolo assolve, dal punto di vista sociale e culturale, nell’ambito territoriale?
Il giornalista Stefano Carlini che lo visitò nel 1997, non ebbe difficoltà a definire il Farmamuseo “Un piccolo tesoro culturale”, tanto è vero che Rai2 ha ritenuto interessante trasportare a Roma gran parte dei reperti in esso contenuti per mostrarli in una puntata della trasmissione “Piazza Grande” durante la quale ho potuto mostrare a tantissimi italiani come un tempo venivano preparate le medicine dal farmacista in farmacia.

Come immagina il museo da qui a dieci anni?
Spero di potergli dedicare più spazio perché attualmente i “reperti”, sistemati un po’ troppo vicini non sono pienamente valorizzati.

Riferimenti:
Farmamuseo “Sa potecaria”
Via Roma, 17 - 09039 Villacidro (CA)
Telefono: 070-932017; Fax:070-9310149
Sito Web: www.farmamuseo.it

  • Segnala su: Inserisci nei preferiti del.icio.us segnalo OKNOtizie Google YahooMyWeb Facebook Technorati

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il login.

Articoli nei Comuni Vicini: Arbus (1), Sanluri (2), Villanovaforru (1), Villasor (1), Villaspeciosa (1), Fluminimaggiore (1), Iglesias (2), Lunamatrona (1)