24 Luglio 2009

La Biblioteca Comunale Silvio Zavatti

di Alvise Manni (Blog Civitanova Marche. Interviste Biblioteche)

L’architetto Marco Pipponzi, Presidente della Biblioteca Comunale “Silvio Zavatti” di Civitanova Marche, intervistato per Comuni-Italiani.it

Sala Lettura Grande (g. c. Archivio Biblioteca Zavatti - Paolo Dalloro)

Sala Lettura Grande

Quando è diventato Presidente della Biblioteca?
Il mio insediamento come Presidente del Consiglio di Biblioteca risale al 6 Settembre 2007; incarico, questo, voluto dal nuovo Sindaco di Civitanova Marche, Massimo Mobili, e dall’Assessore alla Cultura, Erminio Marinelli. La mia passione per le Biblioteche, d’altronde, risale al periodo universitario a Firenze, durante il quale ho avuto l’incarico di creare la prima catalogazione dell’attuale Biblioteca del Museo Nazionale del Bargello.

Perché si è intitolata la Biblioteca all’esploratore polare Silvio Zavatti?
La Biblioteca è stata intitolata col nome del suo fondatore, il Prof. Silvio Zavatti, il 7 Dicembre 1990; atto dovuto in onore dell’impegno e del coraggio di Zavatti che ha voluto fortemente la prima, vera, istituzione culturale cittadina.

Il 4 Maggio 2009 si sono celebrati i primi 40 anni della Biblioteca: come li avete celebrarti?
Numerose sono state le manifestazioni tenutesi nel mese di maggio per ricordare i quarant’anni della Biblioteca: il Convegno “La Biblioteca marchigiana tra tradizione e innovazione”; la Mostra del Patrimonio Librario nei locali dell’Emeroteca; la presentazione dell’importante volume “Sibilla Aleramo” di Pier Luigi Cavalieri; la presentazione del volume “La Biblioteca Comunale ‘Silvio Zavatti’ di Civitanova Marche 1969 - 2009” di Carla Mascaretti; la presentazione e la visione del film “Fahrenheit 451” a cura del Prof. Antonio Recchioni; nell’ambito del Progetto lettura che la Biblioteca organizza ogni anno in collaborazione con le Scuole, è stato presentato il libro “Il Prof. Zavì, Angiulì e le fonti del sapere” di Carla Mascaretti con illustrazioni di Milo Renzi; infine, il premio letterario “Giallocarta” con la presenza di scrittori importanti.

Qual è la consistenza numerica del Patrimonio documentale della Biblioteca?
Il Patrimonio librario ammonta a 53.000 volumi ed opuscoli e ad oltre 35.000 fascicoli che costituiscono l’Emeroteca. Si dispone inoltre di una mediateca di circa 2.000 pezzi (documenti audio, video, CD audio, CD-ROM, e DVD) e di una discreta quantità di foto (circa 1.000).

Quali sono (e perché) i “tesori” della Biblioteca?
I “tesori” della Biblioteca sono: “Il Registro della dogana”, manoscritto risalente al XV secolo che ci dimostra che Civitanova Marche già nel 1400 era un notevole centro mercantile e snodo commerciale grazie al suo approdo; gli “Statuta inclitae Terrae Civitanovae” del 1567, la raccolta delle leggi consuetudinarie che la Comunità di Civitanova si era data fin da Medioevo. Notevole importanza storico-culturale hanno le cinquecentine di Annibale Caro, i manoscritti musicali cinquecenteschi del fondo Ricci, riprodotti da vari studiosi stranieri e l’Atlante dello Zatta del 1700.

Quante sono le presenze ed i prestiti in Biblioteca?
Nel 2008 le presenze sono state 31.965, i prestiti in sala 32.035, i prestiti esterni 7.998. Per il 2009 si prevede lo stesso andamento.

Ci può delineare il profilo dell’utente tipo della Biblioteca?
Il profilo dell’utente tipo della Biblioteca è uno studente che resta in Biblioteca per diverse ore al giorno, utilizzando, oltre i propri libri, testi della Biblioteca o di altre (tramite il prestito interbibliotecario), riviste e connessione Internet gratuita.

Sappiamo che il calendario delle iniziative culturali della Biblioteca durante l’anno è fittissimo: ci può ricordare alcune delle manifestazioni più significative?
Devo dire che ogni attività promossa dalla Biblioteca ha la sua importanza: dalla promozione di giovani autori di narrativa e di poesia (alcuni dei quali invitati, su mia segnalazione, al prossimo Festival ‘Tuttoingioco’ che si terrà quest’estate 2009 a Civitanova Alta) all’organizzazione di corsi gratuiti di lingua inglese, spagnola e di grammatica italiana; da ‘recital’ inediti come l’”Omaggio a Battisti” (anch’esso in programma al Festival ‘Tuttoingioco’), durante il quale si sono alternate le canzoni dell’autore e una rilettura in poesia dei relativi testi, alla commemorazione di autori locali come Antonio Santori, uno dei poeti più importanti del Secondo Novecento.

Quali sono i progetti a media ed a lunga scadenza per il futuro?
Già all’epoca del mio insediamento ho proposto al Consiglio alcuni obiettivi verso i quali condurre l’attività della Biblioteca; tra queste, l’adozione del ‘Premio letterario’ come strumento di individuazione e promozione di giovani talenti. E non solo: la promulgazione del Concorso nei principali organi di informazione offre l’opportunità di far conoscere l’attività della nostra Biblioteca in ambito nazionale. ‘Giallocarta’ è stato esemplare in questo senso, grazie alla partecipazione di circa cento autori provenienti da tutta Italia e alla presenza di personaggi famosi nel mondo della cultura come Carlo Lucarelli ed Elisabetta Bucciarelli. Il corso di grammatica italiana è stata una sfida accolta in modo soddisfacente da venti partecipanti di varia estrazione sociale che hanno partecipato assiduamente, dimostrando grande interesse per la riscoperta della nostra Linguamadre. L’aspetto più interessante di questo corso è stata la presenza di stranieri che hanno dimostrato di voler apprendere non solo la nostra lingua ma tutta la cultura da essa espressa. In un momento così critico per i risvolti sociali che l’immigrazione ha nel nostro Paese, credo che l’apertura di una Biblioteca alle altre culture sia la via migliore verso la giusta integrazione multietnica.

(Foto Archivio Biblioteca Zavatti - Paolo Dalloro)

  • Segnala su: Inserisci nei preferiti del.icio.us segnalo OKNOtizie Google YahooMyWeb Facebook Technorati

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il login.

Articoli nei Comuni Vicini: Porto Sant'Elpidio (2), Montecosaro (1), Potenza Picena (1), Morrovalle (1), Fermo (2), Porto Recanati (1), Porto San Giorgio (2), Monte San Giusto (1), Montelupone (1), Recanati (1), Magliano di Tenna (1), Moresco (1)