20 Luglio 2011 alle 17:20

Sant’Elia a Pianisi descritta da Michele Nardella

Mappa Sant'Elia a Pianisi

Il nome del paese si spiega con l’arrivo a S. Elia (nel 1528) dei profughi del castello di Pianisi, appena distrutto. Nel centro storico si visitano la Chiesa Madre dedicata al santo profeta e patrono e quella di S. Rocco, mentre in periferia troviamo il Convento dei Cappuccini (S. Francesco) dove vissero Padre Raffaele e S. Pio da Pietrelcina che qui fece la professione perpetua divenendo frate.


  • Segnala su: Inserisci nei preferiti del.icio.us segnalo OKNOtizie Google YahooMyWeb Facebook Technorati

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il login.