Blog Provincia di Ancona

Regione Marche

Comune per comune, da Ancona a Poggio San Marcello, alla scoperta della provincia, con articoli e interviste.

Elenco Comuni: Ancona (4), Castelbellino (1), Fabriano (1), Filottrano (1), Genga (1), Jesi (1), Maiolati Spontini (1), Montecarotto (1), Monte Roberto (1), Numana (1) - Lista Alfabetica

Visitare Offagna significa immergersi nella quiete della provincia marchigiana e lasciarsi rapire dal fascino tutto medievale di un piccolo borgo d’altura. Ai piedi della maestosa Rocca che domina da secoli l’abitato, la vita scorre al ritmo blando di un’epoca oramai tramontata. Un’esperienza fugace ed emozionante in un tempo che non c’è più.

Sorge alla falde del Monte Conero il piccolo borgo di Numana, meta vacanziera che si lascia apprezzare per un territorio capace di abbinare il fascino marittimo di graziose spiagge alla bellezza selvatica delle colline, in un mix naturalistico di pregio. Non è certo un caso, dunque, se circa il 92% della superficie comunale è inserita nel Parco Regionale del Conero.

La Presidente della Provincia di Ancona, Patrizia Casagrande Esposto, viene dalla terra dove la politica è più rosa che azzurra. Due anni di obiettivi importanti. La brusca frenata della crisi fornisce nuovi motivi per tutelare ancora di più persone e ambiente. Due ruote sono più che sufficienti per passare dal Parco del Cardeto alla Santa Casa, o seguire le tracce di Lorenzo Lotto. Tra green economy e qualità della vita, la vera sfida è far leva sul fattore identità.

Un piccolissimo borgo delle Marche che deve molto a uno dei suoi cittadini più illustri, Gaspare Spontini, noto musicista dell’ottocento. Un artista che ha dimostrato sempre il proprio affetto verso la sua città natale e i suoi concittadini, lasciando infine tutti i suoi averi per la costruzione di una casa di riposo per gli anziani, ancora oggi funzionante.

Una passeggiata per le strade di Ancona, una città per tutte le stagioni, dalla Cattedrale di San Ciriaco al porto, dal Viale della Vittoria al mare del Passetto. Una città che lascia di stucco anche i più scettici, si distende sui tre colli per poi aprirsi sul promontorio del Conero… uno spettacolo da non perdere!

Castelbellino è il più piccolo comune della provincia di Ancona e, allo stato attuale, è anche uno dei più densamente abitati. Esso è il primo dei Castelli di Jesi ed è affascinante scoprire la sua storia attraverso il centro urbano e visitando i suoi numerosi luoghi di interesse storico e culturale. Storici personaggi illustri scelsero il comune per vivere la loro vita lontana dai clamori, mentre per altri era una tappa obbligata sulla strada per Roma per rifornirsi del suo famoso nettare bianco.

Un’altra passeggiata, ancora nelle Marche. A Jesi questa volta, per ammirare la danza armoniosa e surreale tra passato e presente e quelle stesse strade e piazze che hanno visto crescere l’imperatore del Sacro Romano Impero che tanto lustro e saggezza lasciò alla nostra Italia nel medioevo.

Monte Roberto è un paesetto medievale a trecento metri sul livello del mare. Piccolo, quasi disabitato, prende il suo nome dal suo “dominus loci”, Roberto il Guiscardo di origine longobarda, ma cela nella sua storia piacevoli scoperte… come quella di personaggi illustri che hanno solcato le sue strade e lasciato piacevoli ricordi in un paese che non dimentica le sue origini.

Decantata nel ritornello di una nota canzone degli anni passati, è divenuta simbolo della città di Senigallia e vanto per l’intera regione Marche. Palcoscenico ambito per i più grandi artisti del panorama musicale degli anni sessanta, oggi ospita eventi culturali e enogastronomici, a riprova della vocazione turistica che la città ha assunto negli ultimi tempi.

Ancona non è una città molto grande, ciò nonostante contiene in sé la potenza, l’eleganza e il prestigio degno di un grande capoluogo. Le sue strade sono state teatro di importanti eventi storici. Il suo porto è uno snodo fondamentale per il commercio marittimo con l’est Europa e il turismo. Avvolta tra colline e mare, resta una delle città più importanti e interessanti del nostro paese.

Ancona, vista da un anconetano, non è diversa da tante altre città italiane. Per Michele Monina, dal terremoto del 1972 a oggi, molte cose sono cambiate, ma molte altre conservano sempre un fascino particolare. E proprio queste lo riportano là appena può.

Un viaggio ad Osimo, piccolo borgo medievale nell’entroterra marchigiano, ricco di fascino, colori e sapori. Un piccolo scrigno, il cui patrimonio storico-culturale e il paesaggio rurale sono i gioielli di un’Italia sconosciuta.

Una visita in un paese che ha vissuto diversi periodi storici ma che sicuramente non ha dimenticato la sua storia più recente, quando durante la seconda guerra mondiale fu un importante avamposto strategico. Troviamo una festa medievale, con il centro storico decorato dagli stendardi delle contrade. La passeggiata si conclude con una cena in una delle taverne all’aperto.

Destarsi al mattino a Fabriano significa dedicare il primo pensiero alla propria carta dei doveri, di uomo e di cittadino, tutto il resto viene dopo. Il Sindaco vede un obiettivo comune in ogni dove, specialmente sotto quelle “porte” in prossimità delle quali non si può non rimanere a bocca aperta. Le attese che la città fa respirare sono tante, su tutte quella che l’incudine riprenda a battere con un suono diverso.

Le Grotte di Frasassi a Genga sono una scoperta affascinante che ogni volta ci ricorda quanto sia grande la forza della natura. Un mondo fantastico fatto di grotte e gallerie che mi fa rivivere le emozioni come in una favola.

Cucina per gioco e petali di fiore? E’ quello che succede al ristorante Le Busche. Il patròn Andrea Angeletti è un citoyen du monde. E ci spiega come il riso selvaggio del Canada si può abbinare agli scampi dell’Adriatico e alla salsa del tartufo di Acqualagna. Senza dimenticarsi delle proprie radici…

Una città emblematicamente italiana, quella raccontata dal Sindaco, dove la presenza del mare che la circonda costituisce un valore aggiunto e dove la globalizzazione non ha mutato i ritmi e le relazioni umane. Una città protesa alle risorse del mare e generosa con chi sfugge agli orrori della guerra e allo spettro della solitudine e della precarietà.

Elenco Comuni: Agugliano, Ancona (4), Arcevia, Barbara, Belvedere Ostrense, Camerano, Camerata Picena, Castelbellino (1), Castelfidardo, Castelleone di Suasa, Castelplanio, Cerreto d'Esi, Chiaravalle, Corinaldo, Cupramontana, Fabriano (1), Falconara Marittima, Filottrano (1), Genga (1), Jesi (1), Loreto, Maiolati Spontini (1), Mergo, Monsano, Monte Roberto (1), Monte San Vito, Montecarotto (1), Montemarciano, Morro d'Alba, Numana (1), Offagna (1), Osimo (1), Ostra, Ostra Vetere, Poggio San Marcello, Polverigi, Rosora, San Marcello, San Paolo di Jesi, Santa Maria Nuova, Sassoferrato, Senigallia (1), Serra de' Conti, Serra San Quirico, Sirolo, Staffolo, Trecastelli