14 Dicembre 2009 alle 14:53

Trivigno descritta da MaLuMA

Mappa Trivigno

Abbarbicato su un’altura, circondato da fitti boschi, alte montagne e prati verdeggianti.
Percorrendo piccole stradine e scale affiancate da casette in pietra viva ci si immerge in un’atmosfera tranquilla e serena.
Ottime le pizze del forno locale, un piccolissimo negozietto sito su un viottolo vicino alla Chiesa Madre.

MaLuMA (524) su Basilicata > Potenza > Trivigno (1)

  • Segnala su: Inserisci nei preferiti del.icio.us segnalo OKNOtizie Google YahooMyWeb Facebook Technorati

3 commenti a “Trivigno descritta da MaLuMA”

  1. massimo petrangeli scrive:

    Trivigno è piccolo ma bello, lo conosco molto bene ho i parenti e ci sonbo andato mkolte volte e spesso, ora sono circa dieci anni che non ci torno: Perquanto riguarda la pizza al forno è squisita, il forno vicino alla chiesa madre lo conosco ci sono andato molte volte a prendere il pane e la pizza con pomodoro e origano. Oltre alla pizza sono buonissime le salcicce conservate con lo strutto, infatti quando le mangi hanno un sapore ineguagliabile.La Basilicata è bellissima con le sue montagne ed i paesi che visitandoli ti rièortano indietro nel tempo. Se vedi nelle foto inviate al concorso ce ne sono diverse della Basilicata e di Trivigno. Ciao Massimo.

  2. MaLuMA scrive:

    Hai proprio ragione Massimo, anche io adoro la Basilicata e i lucani. E’ una terra ancora tutta da scoprire che nasconde paesini tipici, usanze quasi intatte e soprattutto una cucina meravigliosa.

  3. massimo petrangeli scrive:

    MaLuma ciao Questa mattina leggendo la posta con piacere ho visto il Tuo messaggio ed hai ragione che la Basilicata è ancora da scoprire anche se l’ho girata abbastanza con un nepote che abita a Trivigno. Mi dispiace che non cisono andato più molto spesso. Infatti mia moglie è di un paese in provincia di Potenza “Corleto Perticara” dove andavo quando c’erano i suoceri. Si mangia bene e la gente è molto gentile ed educata ciò conta molto. Anche di Corleto ho molte foto alcune le ho pubblicate su “FLICKE” non so se è scritto bene. Ti ringrazio del messaggio un saluto, Massimo Petrangeli.

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il login.