12 Luglio 2013 alle 06:39

Noto descritta da Michele Nardella

Mappa Noto

Capolavoro dell’urbanistica tardobarocca, questa città del Siracusano fu costruita ex novo sul Colle delle Meti all’indomani del disastroso terremoto del 1693 che distrusse l’antica città sita 9 km a nord, sul Monte dell’Alveria. I principali edifici religiosi (tra cui il Duomo di S. Nicolò) e Palazzo Ducezio prospettano su Corso Vittorio Emanuele, ed i palazzi nobiliari perlopiù su Corso Cavour.


  • Segnala su: Inserisci nei preferiti del.icio.us segnalo OKNOtizie Google YahooMyWeb Facebook Technorati

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il login.