Interviste Biblioteche

I comuni presentati attraverso il prezioso ruolo delle biblioteche, la cui istituzione è in stretto rapporto con la storia del territorio. I documenti custoditi, le attività e i servizi offerti al pubblico, fotografano interessi e appuntamenti culturali delle singole comunità.

La Biblioteca del “Piccolo Villaggio di Toscana”, tra cultura locale e tradizione gastronomica. Appartenente al circuito delle biblioteche del Mugello, la biblioteca di Palazzuolo sul Senio custodisce (tra gli altri) testi donati dal signor Macchi che trattano materie esoteriche.

La vita culturale a Mentana è fortemente animata dalle iniziative sostenute e svolte dalla sua biblioteca. Custode di oltre 16.000 volumi, film e dischi, mette a disposizione il suo patrimonio e i suoi locali per organizzare laboratori di lettura, laboratori sulla storia della musica, conferenze e rappresentazioni teatrali.

Una biblioteca “sotto casa” e “magica” nel periodo estivo. Biblioteca, mediateca e sala internet… sono solo alcuni dei servizi forniti ad un’utenza giovane e non. Esempio di come la biblioteca possa essere il fiore all’occhiello di un comune in pieno sviluppo.

La giovane e ben organizzata biblioteca di Fiano Romano è sviluppata su due livelli ed è dotata di una sezione ragazzi. Custodisce due importanti documenti che riguardano colui che fu il signore del paese: Mario Menotti. Gestisce e sostiene incontri di interesse culturale attraverso spettacoli di animazione alla lettura.

Il paese più esteso della Campania conserva il suo ricco patrimonio di cultura, arte e tradizione nella biblioteca comunale. Protagonista delle attività culturali arianesi, la biblioteca mette a disposizione postazioni per il collegamento ad internet e un eccellente servizio di assistenza all’utenza.

Nata negli anni Settanta per volontà del Dottor Eugenio Arrigucci, è la biblioteca di un piccolo paesino, in passato molto attività anche nelle attività culturali del territorio.

Centro attivo di vita culturale, di studio e ricerca nonché luogo di aggregazione e di incontro culturale moderno e attento alle nuove dinamiche fornite dalle attuali esigenze di tipo informativo. La biblioteca Comunale di Cerignola promuove e cura una serie di iniziative socio-culturali rientranti nel programma di promozione della città.

Punto di riferimento culturale del comprensorio, dotata di un archivio storico comunale, la biblioteca di Isernia è custode della memoria storica locale. Impreziosita dal fondo membranaceo di canti gregoriani del sec. XIV, fa parte del Sistema Bibliotecario Nazionale ed offre l’utilissimo servizio di prestito interbibliotecario; inoltre dedica parte dei suoi spazi alla mediateca.

La Biblioteca comunale Alfonso Ruggiero di Caserta è ben fornita e con un ampio patrimonio librario e frammenti di periodici che riportano la storia locale e forniscono uno spaccato del comune. Il personale qualificato della biblioteca risponde alle esigenze di un’utenza numerosa e specializzata.

Una piccola biblioteca di un piccolo paesino di collina a circa 400 metri di altezza. Appartenente al Consorzio delle Biblioteche dei Monti Lepini, è organizzatrice di eventi e di laboratori artistici e risponde brillantemente alle esigenze della piccola comunità del paese.

Coinvolta in tutte le attività culturali promosse dal comune di Marzabotto, la biblioteca, grazie alla sua collezione di storia locale, salvaguarda la memoria storica della tragica strage avvenuta durante la Seconda Guerra Mondiale e della lotta partigiana. Arricchita da numerose donazioni, è dotata anche di una collezione sul cinema e la sua storia.

Efficiente e funzionale, la Biblioteca Antoniana di Ischia risponde in maniera eccellente alle esigenze dei cittadini e dei numerosi turisti. Il forte intreccio tra cultura locale ed attività bibliotecaria la rende unica protagonista nel suo genere sull’isola.

Una biblioteca giovane e dinamica, fiore all’occhiello della vita culturale di Castello d’Argile! Nella sua piccola struttura, la Biblioteca è un accogliente spazio suddiviso in sette aree dal salottino per la lettura dei giornali all’area studio per ragazzi, dallo spazio bambini ad un’area per la consultazione di materiale multimediale, dall’area informazioni alla sala studio per universitari. Postazioni internet gratuite offrono la possibilità di utilizzare applicazioni per lo studio. Si prevede anche l’apertura il giovedì sera con un occhio ai lavoratori fuori sede.

Tassello fondamentale della vita e della storia di Lesina, la Biblioteca è stata veicolo di trasmissione e divulgazione della storia locale per la ricostruzione e la salvaguardia delle radici e tradizioni lesinesi. Luogo di incontro e “salotto culturale” custodisce un’enciclopedia di “Storia naturale” di 40 volumi risalente agli inizi dell’ottocento.

Un piccolo paesino del Canavese con una piccola biblioteca impregnata di storia e cultura locale. Perfettamente integrata nel contesto del paese e protagonista di numerose manifestazioni, una biblioteca attiva e ricca! Fiore all’occhiello, il Barba Tech dei Mirtilli.

La Biblioteca di Castello di Serravalle ha una fervida attività e supporta tutte le attività culturali del comune. Con una “sezione locale” che conta quasi 900 volumi è l’ideale per tutti coloro che sono interessati allo studio della tradizione e cultura del paese. La biblioteca risponde anche alle esigenze dei più giovani grazie alla presenza di alcune postazioni internet usate per ricerche o per svago.

Eccellentemente radicata nel contesto urbano, la biblioteca di Arezzo offre un organizzato servizio di ricerca e di documentazione, tra antico e moderno. Con un vasto patrimonio documentario, fatto di incunaboli, manoscritti e pubblicazioni più recenti, la biblioteca tesse fecondi e proficui rapporti di collaborazione con altri Istituti culturali locali.

Sin dalla sua nascita, la biblioteca di Anzola dell’Emilia, oltre ad essere servizio di pubblica lettura si è connotata come agenzia di promozione di iniziative culturali. Custodisce estimi catastali relativi al comune ed alcuni romanzi di Edmondo De Amicis, pubblicati negli anni Venti.

Cresciuta moltissimo negli ultimi anni, la Biblioteca Civica Giuseppe del Viscio di Vico del Gargano è designata da esperti e studiosi come “Biblioteca Manicone”. Ricca di bibliografie, manoscritti e cinquecentine che raccontano la storia locale, risponde prontamente alle esigenze della sua utenza ricorrendo anche prestiti locali e interbibliotecari. Promuove anche simpatiche iniziative come il divertente torneo di scacchi!

La Biblioteca di Sansepolcro è annoverata tra le più antiche biblioteche pubbliche della Toscana e svolge un ruolo fondamentale nella vita culturale del paese. Essa è protagonista di svariate iniziative, in collaborazione con la regione Toscana, le scuole e le istituzioni pubbliche. Dotata di un archivio storico e di un archivio per ricerche, è un importante punto di ritrovo e di studio. Custodisce, tra le altre, anche opere riguardanti la vita di Piero della Francesca, illustre pittore italiano, natio di questo borgo.