Lista Ultimi Articoli

Elenco Regioni: Abruzzo (91), Basilicata (54), Calabria (70), Campania (171), Emilia-Romagna (89), Friuli-Venezia Giulia (58), Lazio (183), Liguria (77), Lombardia (143), Marche (171), Molise (35), Piemonte (135), Puglia (89), Sardegna (75), Sicilia (110), Toscana (195), Trentino-Alto Adige (42), Umbria (60), Valle d'Aosta (44), Veneto (68)

San Vito al Tagliamento è il comune principale sul corso d’acqua più grande del Friuli-Venezia Giulia. Un tempo sede del Patriarcato di Aquileia, città adottiva del grande pittore Pomponio Amalteo e residenza della nobile famiglia Altan. Oggi è un centro in rinascita, dopo il crollo demografico degli ultimi anni. Le amministrazioni stanno donando nuova linfa al paese, ristrutturando i palazzi più belli. E non si può non menzionare il Santuario di Madonna di Rosa, appena fuori dal centro: un luogo sacro, eretto dopo un’apparizione, meta di pellegrinaggi da tutto il mondo.

Visitare Offagna significa immergersi nella quiete della provincia marchigiana e lasciarsi rapire dal fascino tutto medievale di un piccolo borgo d’altura. Ai piedi della maestosa Rocca che domina da secoli l’abitato, la vita scorre al ritmo blando di un’epoca oramai tramontata. Un’esperienza fugace ed emozionante in un tempo che non c’è più.

Il Santuario di Oropa è ubicata nella provincia di Biella. È un edificio immenso che ti lascia a bocca aperta dal primo attimo in cui ci posi gli occhi sopra. Si venera la Madonna nera, la quale si trova nella Chiesa nuova e nella Basilica antica. Questo luogo sacro è ricco di storia e di interesse architettonico. È possibile fare delle passeggiate seguendo i percorsi indicati ammirando così lo splendido paesaggio che si trova tutto intorno.

Non è facile partire per un viaggio, se nasci e vivi in una città al di fuori delle cui mura qualcuno di molto considerato ritiene esservi altro che “purgatorio, tortura ed inferno”. Non ti resta che fare orecchie da mercante, confidando nel fatto che tutti, in fondo, possano sbagliare.
Comincia così il mio giro d’Italia “in [...]

Si racconta che Trapani, sul versante più occidentale della Sicilia, sia nata per caso, da una falce caduta sulla terra alla dea Cerere. Luogo mitologico, con un patrimonio architettonico ricchissimo che si fa testimonianza di un passato glorioso e intenso, Trapani è tra le città siciliane con i litorali più belli, dove la forza primordiale del mare si fonde e convive con la civiltà millenaria di un popolo di pescatori.

Non so cosa possa provare un turista che per la prima volta si trova davanti l’infinita bellezza delle rocce selvagge a picco sul mare, del blu che si confonde tra cielo e mare e si perde all’orizzonte, della miriade di piccoli gruppi di casette colorate che si arrampicano su per le colline o sembrano scendere fino a toccare il mare. Siamo in Costiera Amalfitana, e più precisamente a Ravello: come si fa a dire che questo non è uno dei posti più belli del mondo?

Non solo la natura ma anche l’uomo ha partecipato alla creazione di questo angolo di paradiso che custodisce tesori di una bellezza unica. Il lago di San Vincenzo è posto in una valle in cui la natura manifesta tutta la sua benevola influenza con un paesaggio veramente paradisiaco. L’Abbazia di San Vincenzo, custode di una storia antica, è attualmente rifugio di un piccolo gruppo di suore che riesce a vivere in perfetta armonia con il paesaggio circostante, rispettando i tempi della nantura. Una meta lontana dai classici itinerari turistici ma, forse proprio per questo, estremamente affascinante.

Non c’è niente da fare le cose inattese sono sempre le più belle! A volte non inserire una meta nell’itinerario di viaggio, solo perché non conosciuta in tutto il mondo, può diventare la scelta sbagliata. A me è successo con Cascina, paese in provincia di Pisa. Sembrava piccolo e senza interesse… e invece, forse, una semplice passeggiata in centro è stata la mia scelta più azzeccata!

Lo scrittore Luigi Bernardi ci accompagna per le strade di Teolo, borgo padovano contraddistinto da pregevoli bellezze architettoniche dal fascino antico, capaci di far rivivere quotidianamente un vivido passato storico, ancora saldamente radicato nella memoria della collettività. Il tutto – come se non bastasse – nel florido quadro paesaggistico dei Colli Euganei.

Pensando alla regione abruzzese forse il mare non è proprio la prima cosa che viene in mente ma… il litorale di questa regione così generosa riserva sorprese inaspettate a chi non si ferma davanti al pregiudizio di una regione da ammirare esclusivamente per i paesaggi di montagna: una di queste è proprio la città di Pescara, fresca, giovane, con un lungomare da far invidia alle più rinomate mete turistiche estive.